OLMeet Roma 2019
Mobile/Wireless - Sicurezza
 

27/11/2014

Share    

La ricetta Symantec per la mobilità

Una nuova offerta proposta al mercato italiano unifica la soluzione di Mobile Security, Device Management e Application Management in una nuova Mobility Suite

Oltre 11 milioni di smartphone venduti in Italia nel 2013 e 30 milioni di abbonamenti alle utenze mobili nel nostro Paese: sono dati che dovrebbero convincere anche i più scettici dell’inarrestabile affermarsi di nuovi stili di vita e di lavoro in cui è fondamentale restare in contatto con amici, familiari e colleghi sempre e dovunque. Partendo da questi presupposti, e basandosi su analisi che dicono che entro il 2017 ogni persona utilizzerà 5 device, sui quali verranno scaricate in media una quarantina di app, Symantec Italia ha deciso di riorganizzare la propria offerta orientata alla mobility. 

 

“Abbiamo deciso di proporre una nuova Mobility Suite versione 5.0 per offrire in maniera integrata funzionalità di gestione delle applicazioni, protezione dalle minacce e gestione del dispositivo mobile, il tutto gestibile all’interno di un un’unica consolle di management”, ha spiegato Alessio Di Benedetto, senior presales manager di Symantec Italia nel corso di un evento organizzato nel mese di settembre a Milano per illustrare a clienti e partner questa iniziativa. La suite può essere adottata sia on premise che nel cloud attraverso servizi erogati dalla stessa Symatnec o dai suoi business partner, tra i quali spicca Accenture, che da un lato la utilizza internamente e dall’altro la eroga al mercato in qualità di service provider. L’obiettivo finale è quello di garantire una protezione sempre più efficace dai rischi legati all’adozione da parte dei dipendenti di app cloud o mobili non approvate, all’accesso non autorizzato ai dati aziendali fino al furto o allo smarrimento dei dispositivi mobili. 

 

TORNA INDIETRO >>