Estate 2020
Servizi
 

31/01/2014

Share    

La nuvola coi piedi per terra

La suite di servizi on-demand ColtCeano permetterà ai Var e ai system integrator clienti di Italsel di proporre una gamma completa di servizi cloud-based in modo rapido, sicuro e flessibile

Fare un passo falso è sempre pericoloso, ma quando si parla di cloud è fatale: infatti si tratta di servizi nei confronti dei quali c’è ancora una certa diffidenza e molta confusione, guardati da un lato con grande interesse, per le ottimizzazioni innegabili che offrono, dall’altro con sospetto, per i molti dubbi non ancora risolti. Le aziende, quando si parla di cloud, sono particolarmente esigenti, non concepiscono la minima interruzione del servizio e vogliono essere assolutamente certe di essere allineate con le normative in essere. Quello che più conta, poi, è sapere dove vanno a finire esattamente i loro dati. “Molti operatori IT (rivenditori a valore, system integrator...) hanno capito che il cloud non è una moda ma un trend irreversibile, e cominciano a prendere in considerazione l’idea di attrezzarsi, o hanno già provato a farlo implementando al proprio interno un’infrastruttura dedicata - esordisce Pierangelo Rossi, amministratore delegato di Italsel, distributore a valore che ha come mercati di riferimento la sicurezza, il networking, il Byod, il mobile computing e, appunto, il cloud computing. Per approcciare nel modo  giusto questo nuovo paradigma, però, il fai-da-te è molto pericoloso, perché sbagliare può voler dire perdere anche clienti fidelizzati. Molto meglio avere alle spalle un player affidabile e riconosciuto a livello internazionale che ha investito e continua a investire seriamente in questa direzione”. Basandosi su queste premesse, dalla fine di settembre Italsel ha stretto un accordo con Colt, specializzata nell’erogazione di servizi di computing e rete integrati per le grandi organizzazioni, le PMI e i clienti wholesale, per la distribuzione del pacchetto di servizi cloud based ColtCeano.

 

Il cloud che si tocca con mano
Consapevole della rapida convergenza tra telecomunicazioni e IT, infatti, Colt ha messo a punto l’offerta Ceano, una soluzione che permette agli operatori di canale di ordinare, vendere, configurare e gestire servizi personalizzati in base alle richieste dei clienti,
secondo un modello a consumo che riduce la necessità di acquisire nuovo hardware e i costi in conto capitale. “Abbiamo messo a fattore comune i nostri asset e il nostro know how per garantire anche al cloud il livello qualitativo d’eccellenza che da sempre ci contraddistingue” sottolinea Davide Suppia, sales director di Colt. Gli asset di cui parla Suppia sono rappresentati da 43.000 km di reti che includono reti metropolitane in 39 grandi città europee, con connessioni in fibra ottica che raggiungono direttamente 19.000 edifici e 20 data center proprietari (2 dei quali nel nostro Paese). “Da sempre - prosegue Suppia - la nostra filosofia è quella di avere il controllo completo delle soluzioni che andiamo ad offrire, perché solo in questo modo possiamo garantirne l’assoluta qualità, assumendocene in toto la responsabilità. Abbiamo deciso di applicare questo modello anche al cloud, in netta contro tendenza rispetto alle oerte generaliste disponibili oggi sul mercato”. A differenza delle nuvole offerte dalle grandi multinazionali internazionali, infatti, il cloud di Colt ha un indirizzo preciso.

 

I punti di forza di ColtCeano
ColtCeano è nata per offrire alle aziende, soprattutto quelle di piccole e medie dimensioni, una gamma completa di servizi ICT e cloud based on-demand, gestibili tramite un unico fornitore, che include connettività Internet, fonia tradizionale e su IP, server e desktop virtuali, applicazioni per la comunicazione, gestione della sicurezza e dell’infrastruttura, gestione della posta elettronica, backup, archiviazione remota, strumenti di condivisione e
collaborazione e molto altro. Grazie a un portale on-line dedicato, ColtCeano permette a rivenditori e ai system integrator di offrire, configurare, anche in maniera personalizzata, e gestire i servizi in modo semplice e veloce. Non meno importante è l’aspetto del
contenimento dei costi, dal momento che il modello di utilizzo è on-demand e quindi basato sull’effettivo impiego dei servizi stessi.

 

Un’alleanza strategica
“Il canale è un attore fondamentale nel supportare le aziende ad effettuare con successo la migrazione delle loro infrastrutture IT nel cloud - sottolinea Rossi. Per noi l’alleanza con Colt è strategica, perché ColtCeano si distingue per essere una piattaforma di servizi flessibili e scalabili, garantiti da Service Level Agreement di alto livello e supportati da una
rete proprietaria di classe enterprise e data center distribuiti in Italia e in tutta Europa. ColtCeano permette quindi ai nostri rivenditori di acquistare servizi di rete e di computing basati sul cloud, assicurando loro ottime opportunità in termini di ricavi senza necessità di investimenti, e si presenta senza dubbio come uno strumento in grado di consentire alle PMI un accesso rapido, facile ed economico ai servizi cloud, senza rischiare brutte sorprese”. Suppia, a sua volta, riconosce che “lavorare con Italsel ci permette di rivolgerci a una base di rivenditori molto competente e preparata. Siamo certi che questa partnership accelererà la penetrazione di mercato di Ceano e realizzerà rapidamente le nostre aspettative”.

 

Il valore della formazione
Per far si che il cloud ottenga il successo che tutti si aspettano, e che merita, è importante anche saperlo presentare nel modo giusto, evidenziando con chiarezza e competenza non solo i vantaggi che offre ma anche, e soprattutto, quali sono gli ambiti in cui può esprimere al meglio tutto il suo valore. Per questo Italsel e Colt stanno investendo in maniera congiunta anche sul fronte della formazione: Colt rende disponibile un programma completo di formazione e affianca attivamente Italsel nel percorso di formazione e certificazione di tutti gli operatori di canale interessati a inserire i servizi Ceano nel proprio portafoglio. 

 

TORNA INDIETRO >>