Regent
Sicurezza
 

25/01/2016

Share    

La difesa integrata di Cisco

Un approccio globale alla sicurezza delle reti per colmare le lacune di visibilità durante il continuum di un attacco e ridurre drasticamente i tempi di rilevamento e bonifica.

Sempre più cose e persone sono connesse a una rete dai luoghi e dai dispositivi più disparati, diventando il bersaglio ottimale di un cyber crime sempre più agguerrito. Un pericolo che le aziende hanno ben presente, come conferma una ricerca del Ponemon Institute secondo la quale il 68% delle aziende è consapevole del fatto che i propri dipendenti mettono a rischio le reti utilizzando dispositivi mobili per accedere a siti spesso contaminati da malware. La cosa più preoccupante, però, è il fatto che il 90% del panel interpellato non ha una visione completa e aggiornata dei dispositivi connessi alla propria rete. Senza contare che nelle imprese vengono utilizzati un numero di 5-10 volte maggiore di servizi cloud all'insaputa dei dipartimenti IT. "In questo scenario - dice Stefano Volpi, area sales manager della Global Security Sales Organization (GSSO) di Cisco, business unit del colosso di San Josè focalizzata sulla sicurezza, che conta oltre 6.000 addetti - bisogna superare una visione della sicurezza frammentata, spesso implementata in momenti diversi con strumenti che non dialogano tra loro".

Acquisizioni e investimenti in R&D
Mentre i dati sono sempre più destrutturati e pervasivi, di fatto i responsabili della sicurezza si trovano a dover gestire una serie di soluzioni differenti, che offrono una visibilità limitata sulle potenziali minacce e violazioni della rete aziendale. Per superare questo stato di cose Cisco propone una strategia di Security Everywhere che include soluzioni che integrano la sicurezza in tutti gli elementi della rete - data center, end point, filiali e cloud - e continua a investire sia per linee esterne che interne per rafforzarla. Da un lato, infatti, vengono acquisite aziende innovative, ultima in ordine di tempo Lancope, una società privata che fornisce analisi del comportamento della rete, visibilità delle minacce e intelligence di sicurezza, mentre dall'altro si continua a lavorare per ottimizzare costantemente l'offerta. A livello tecnico, le novità più recenti sono rappresentate da Cisco Cloud Access Security (CAS), un tool che offre una maggiore visibilità sulle applicazioni 'nascoste', da nuove funzionalità introdotte nell'Identity Services Engine che estendono la visibilità e il controllo per reti ed end point con nuovi controlli di accesso geolocalizzati e il Threat Awareness Service, che migliora la visibilità sulle minacce relative all'attività della rete in entrata e in uscita.

 

TORNA INDIETRO >>