Energy Padova 2019
Applicazioni
 

05/03/2013

Share    

La business intelligence di Jaspersoft tra mobile e Big Data

Arriva la release 5 della sua suite mentre l’open source si ritaglia un ruolo di primo piano nel nuovo scenario della BI

 

JasperDirection, l’evento annuale organizzato da Jaspersoft per la comunità dei clienti italiani, è stata l’occasione per capire come uno dei maggiori vendor del modello open di business intelligence interpreta i nuovi fattori di produzione dell’economia moderna e l’avvento delle data-driven application. Non a caso è di questo tema che ha parlato Brian Gentile, CEO di Jaspersoft Corporation, appositamente in Italia per testimoniare la vicinanza dell’azienda alla sua community. Subito in argomento il CEO: “L’open source – ha detto – è il vero elemento che ci differenzia e la partecipazione, la collaborazione e la trasparenza possono essere considerati a buon diritto le componenti chiave della nostra filosofia aziendale”.


Ragionando di business intelligence in questo momento si possono dire due cose. La prima è che mostra di essere resiliente all’andamento economico generale, motivo per cui il mercato della BI cresce in modo robusto nonostante i segnali di recessione. La seconda è che il fenomeno Big Data ne sta esaltando l’importanza a tutti i livelli.
Quasi superfluo ripetere un concetto che negli ultimi tempi è stato stressato quasi a dismisura: le informazioni sono la vera ricchezza di un’impresa e la capacità di metterle a valore è di importanza strategica. Per questo motivo servono strumenti che aiutino a ‘spremere i Big Data fino all’ultima goccia’ e che siano pensati per i Big Data.
Cosa significa? Che spesso le aziende riescono a trarre maggiori vantaggi quando prendono in considerazione la varietà dei dati anziché affrontare soltanto l’aspetto del volume. Quest’ultimo è un elemento certamente importante – è probabile infatti che i Big Data di quest’anno siano solo la quantità normale di dati dell’anno prossimo – ma non è l’unico da tenere in considerazione.


Un altro aspetto importante riguarda la mobilità. “La grande diffusione di smartphone e tablet rende necessario offrire ai manager, sempre più mobili, la possibilità di elaborare i propri dati da ovunque e in ogni momento − ha affermato Luca Zurlo, country manager Sud Europa di Jaspersoft −; anche perché la chiave per gestire i Big Data sta nella capacità di ottenere le informazioni in modo tempestivo per poter reagire rapidamente ai cambiamenti del mercato”.

 

 

Il vantaggio dell’open source nella BI


La business intelligence impazza, ci si passi il termine, ma gli strumenti sono all’altezza? Quali sono le tecnologie che si prestano meglio a seguire i nuovi trend? Un dato abbastanza evidente è che si diffondono soluzioni self service facili da configurare e ancora più da utilizzare: un mondo in cui l’open source gioca un ruolo da protagonista. Anche perché costa meno, come non ha esitato a sottolineare Gentile dicendo che: “Jaspersoft ha lavorato bene per distinguersi da altri produttori, per prima cosa puntando all’open source e di conseguenza risultando favoriti in un ambito di sofferenza economica, grazie ai molti benefici relativi, tra cui i minori costi rispetto ai competitor”.
Oggi, come accennava Zurlo, la domanda che si fa alla BI non è ‘cosa è successo?’, ma piuttosto ‘cosa sta succedendo’? “Le architetture di BI si sono aperte al web e offrono agli utilizzatori tutte le funzioni di cui hanno bisogno con un approccio semplice e immediato, che non richiede alcuna esperienza pregressa. La disponibilità di software open-source, quale Jaspersoft, consente di intervenire sul codice sorgente per adeguare l’applicazione alle reali esigenze degli utenti e permette di servire una grande quantità di dispositivi client, tra cui tablet, smartphone e tutti i mobile client”.

 

 

Jaspersoft 5


Descritti lo scenario e i trend e azzardate alcune previsioni; ascoltati anche i partner e i clienti finali che hanno voluto testimoniare l’uso delle soluzioni Jaspersoft, l’evento di novembre è infine servito all’azienda per presentare la nuova versione della propria suite di BI open source, Jaspersoft 5.
Le novità del software aggiornato riguardano soprattutto le funzionalità di virtualizzazione dei dati, che consentono all’utente di monitorare i dati provenienti da fonti diverse con una vista unica, senza ricorrere a un unico data warehouse o alla complessità dell’ETL. L’engine di visualizzazione basato su HTML5 consente a Jaspersoft 5 un’esplorazione dei dati intuitiva e più interattiva rispetto alla versione precedente, mentre la capacità di analisi in-memory permette di gestire fino a 1 Tera di dati. Qualsiasi dato diventa analizzabile, che provenga da sorgenti relazionali, OLAP e Big Data.
Gentile e Zurlo hanno voluto sottolineare che Jaspersoft 5 rappresenta il coronamento del percorso della soluzione end-to-end di Jaspersoft iniziato nel 2006, progettata fin dall’inizio su standard completamente aperto e divenuta nel tempo un software di BI tra i più utilizzati al mondo.
Di passi avanti, Jaspersoft 5 ne ha fatti anche sulla personalizzazione dei report, l’espansione di capacità di analisi OLAP e i tool di amministrazione. Linee guida: maggiori prestazioni e miglior impatto visivo, che si traducono in una maggiore facilità d’uso.

 

 

L’azienda e la community Jaspersoft


Fondata nel 2006, Jaspersoft ha la sua sede centrale a San Francisco. I clienti nel mondo sono più di 14mila, 165mila le implementazioni, 200mila i membri della community e oltre 14 milioni i download di prodotto. La filosofia dell’azienda si basa su un modello di software commerciale open source supportato da servizi di assistenza completi sia per i progetti community sia per le edizioni commerciali. Il principio è: maggiore sarà il numero delle persone che utilizzeranno e contribuiranno allo sviluppo del software e migliore esso diventerà. Ciò che differenzia Jaspersoft dai tradizionali vendor di soluzioni BI proprietarie è una versione open source gratuita dei propri prodotti che consente a sviluppatori esterni di contribuire alla programmazione del software.

 

TORNA INDIETRO >>