Aruba
Datacenter
 

20/12/2013

Share    

Integrare infrastrutture complesse con IBM Tririga

Un’unica piattaforma tecnologica, per acquisire e centralizzare i dati relativi a tutte le variabili energetiche, che fa bene all’ambiente e al business

Gli edifici e i luoghi di lavoro oggi sono importanti generatori di dati. Attraverso l’acquisizione e l’analisi di questi le organizzazioni possono acquisire una migliore comprensione della propria efficacia operativa, reagire più rapidamente ai cambiamenti e prendere decisioni motivate e ponderate in materia immobiliare. “Integrare le informazioni significa migliorare monitoraggio e gestione, con impatti positivi per quan to riguarda l’ottimizzazione dei consumi energetici, degli spazi e della manutenzione”, sottolinea Cristiano Accorrà, Site & Facilities services manager di IBM Italia. Per integrare in maniera trasparente tutti i dati correlati a un patrimonio immobiliare (termine estremamente ampio, che include impianti produttivi, strutture civili e commerciali sino ad arrivare a intere città) IBM, che vanta una lunga esperienza al riguardo, propone IBM Tririga, soluzione flessibile e modulare che ha ottenuto importanti riconoscimenti, incluso l’inserimento tra i leader nel quadrante magico di Gartner relativo ai sistemi WMS (workplace management system).

 

 

Ridurre i costi e aiutare l’ambiente

 

L’attenzione a una gestione intelligente del patrimonio immobiliare garantisce benefici tangibili: non solo in termini ‘green’, ovvero di sviluppo sostenibile, ma anche dal punto di vista del business, visto che, agendo correttamente a tutti i livelli, dalla scelta degli strumenti di misurazione ai software di aggregazione e gestione sino ad arrivare all’orchestrazione del tutto con IBM Tririga, si può arrivare a un risparmio complessivo del 30%. IBM Tririga, di fatto, gestisce l’acquisizione e la centralizzazione dei dati relativi a tutte le variabili energetiche dell’organizzazione (consumi di energia elettrica e idrici, viaggi, rifiuti, emissioni...) attraverso l’integrazione trasparente con i vari sensori, la correlazione dei dati con strumenti sia on-line sia off-line e l’interoperabilità con i principali sistemi gestionali per un monitoraggio costante dei parametri economici. Nell’ambito dei propri servizi, IBM sta inoltre lavorando per avere nel prossimo futuro le funzionalità di gestione e monitoraggio in Cloud, rendendo possibile la scelta tra modalità ‘on-premise’, public cloud e ibrida, per accelerare ulteriormente l’adozione di una soluzione che fa bene all’ambiente e al business.
 

 

TORNA INDIETRO >>