Sicurezza ICT 2019
Hardware - Applicazioni
 

01/02/2018

Share    

Le innovazioni di Synology non si fermano mai

Il vendor taiwanese continua ad arricchire i propri NAS di funzionalità innovative che permettono di gestire, sincronizzare e condividere dati in modo semplice, sicuro e veloce attraverso un unico portale.

Synology DS718+
Fondata nel 2000, Synology progetta e sviluppa soluzioni NAS (network attached storage), sistemi di videosorveglianza IP e apparati di rete che si pongono l’obiettivo di portare nell’era del cloud i sistemi di gestione dei dati, i sistemi di sorveglianza e la gestione delle reti. Sfruttando al meglio i nuovi paradigmi tecnologici, Synology rende disponibili, anche attraverso un vasto ecosistema di business partner qualificati e motivati, una ampia gamma di soluzioni sempre allo stato dell’arte, corredata da servizi di pre e post vendita ad alto valore aggiunto. I pilastri su cui il vendor fonda la propria strategia di sviluppo, integrata in tutti i prodotti, sono 5: store, sync, service, security e share, vale a dire conservazione, sincronizzazione, servizi, sicurezza e condivisione.

“Oggi i nostri NAS sono molto più di un server per file - sottolinea Vania Paone, product manager Italia e Grecia della società. Siamo in grado di integrare i punti di forza del cloud pubblico, flessibilità e accessibilità, con quelli del cloud privato, performance e sicurezza, creando una soluzione ibrida web based. La nostra piattaforma, che si avvale del sistema operativo proprietario DiskStation Manager, trasforma di fatto il NAS in un sistema multifunzione ideale per molti utilizzi diversi”.

Vania PaoneUna gamma di applicazioni sempre più vasta
Per consentire al NAS di farsi carico di un numero crescente di attività, Synology continua a investire per arricchirli con una gamma sempre più ampia di applicazioni che permettono di gestire, sincronizzare su più device e condividere dati in modo semplice, sicuro e veloce attraverso un unico portale.

Tra le più recenti vale la pena citare Slides, con la quale è possibile creare diapositive sulle quali possono lavorare insieme, in tempo reale, team sempre più spesso dislocati in luoghi diversi. Una grande attenzione viene data anche all’integrazione di applicazioni esterne, come ad esempio Jump Chat, che consente di avviare sessioni di videoconferenza, o la possibilità di importare dati e informazioni da Google Calendar. Molte le novità anche per quanto riguarda specificamente il backup. È stato ad esempio rilasciato Active Backup che abilita il backup di infrastrutture locali ma anche macchine virtuali, con salvataggio nel cloud di Synology. In pratica è possibile effettuare il backup da fonti multiple con un’unica interfaccia e affidarsi alla deduplica per ottimizzare lo spazio occupato. Con ripristino di un’intera macchina o di un solo file è possibile lavorare con Google Suite e Microsoft Office 365.

Un’altra soluzione molto interessante è Virtual Machine Manager, che offre svariate possibilità. In un NAS Synology, infatti, è ora possibile configurare ed eseguire varie macchine virtuali, tra cui Windows, Linux o Virtual DSM. La soluzione consente anche di effettuare test in ambiente sandbox, o isolare le varie macchine virtuali, opzione particolarmente interessante per i service provider, aumentando in ogni caso la flessibilità dell’ambiente IT, qualunque sia l’utilizzo che ne viene fatto.

Hardware sempre più performanti
Il portafoglio continua ad essere ampliato ed arricchito anche, e soprattutto, lato hardware. La fine dell’anno è, come sempre, un periodo particolarmente effervescente, e anche nell’ultimo trimestre del 2017 sono state annunciate molte novità. Alla fine di settembre sono state innanzitutto rilasciate le nuove serie XS, Plus e Value. Ma andiamo con ordine.

La serie XS ha visto l’ingresso del nuovo DS3018xs, il primo NAS tower Synology a 6 vani, compatto ma potente poiché integra l’avanzato processore Intel Pentium D1508 dual-core a 2,2 GHz (Turbo Boost fino a 2,6 GHz) con motore di crittografia AES-NI e una RAM scalabile fino a 32 GB, oltre a una capacità di storage fino a 30 unità con due Synology DX1215. In aggiunta a quattro porte Gigabit LAN, il DS3018xs offre la possibilità di ottimizzare al massimo il throughput con una scheda di interfaccia NIC 10GbE opzionale, per performance strabilianti che superano 2.230 MB/s in lettura sequenziale e 265.000 IOPS di lettura sequenziale.

Le novità relative alla serie Plus sono invece il DS918+, il DS718+ e il DS218+. I primi due hanno un processore quad-core Intel Celeron J3455. Il DS918+ a sua volta integra un processore dual-core Intel Celeron J3355. Tutti questi modelli sono provvisti di motore di crittografia hardware AES-NI. Grazie al motore per la transcodifica, questi server NAS della serie Plus supportano fino a due canali di transcodifica video H.265/H.264 4K. La RAM è scalabile fino a 8 GB per il DS918+ e fino a 6 GB per gli altri due prodotti, per consentire di svolgere contemporaneamente operazioni complesse.

Il DS918+ e il DS718+ sono provvisti di due porte LAN e hanno una capacità di storage scalabile fino a 9 e 7 unità rispettivamente con Synology DX517. “Per rispondere alle richieste dei nostri clienti, il DS3018xs è stato concepito come NAS desktop completo e business- ready. L’esecuzione di applicazioni mission-critical o la pianificazione di implementazioni di virtualizzazione con il DS3018xs non è mai stata più facile - ha commentato Vania Paone. I nuovi DS918+, DS718+ e DS218+ sono ottimizzati per essere librerie digitali e assicurano esperienze eccellenti con la transcodifica video live in alta definizione ovunque”.

La serie Value, infine, ha visto l’ingresso del nuovo DS418, munito di processore quad-core 1,4 GHz con motore di crittografia hardware, 2 GB di RAM e due porte LAN. Con il suo motore di transcodifica hardware, il DS418 supporta la transcodifica H.265 4K da utilizzare come libreria multimediale. Il DS418 è l’ideale per utenti aziendali e privati che desiderano gestire, proteggere e condividere con efficienza i loro dati critici.

Successivamente sono arrivati il nuovo DiskStation DS418play, NAS a 4 baie ideale per diventare un vero centro multimediale casalingo. Fornito di un processore dual-core 2GHz fino a 2,5 GHz, è dotato di una memoria di default di 2GB DDR3L, il doppio rispetto alla generazione precedente, espandibile fino a 6GB. Da non dimenticare, infine, il DS218play, il DS218j e il DS118, tre NAS con funzioni di streaming multimediale, condivisione di file e backup di dati, indirizzato al mercato domestico e per i piccoli uffici. Tutti sono gestiti da DiskStation Manager, giunto alla versione 6.1, che continua a ricevere numerosi riconoscimenti dai media internazionali e dal mercato.

 

TORNA INDIETRO >>