Aruba VPS
Applicazioni
 

09/11/2016

Share    

di Paolo Morati

InfoCert rende il ‘libro firma’ totalmente digitale

La piattaforma GoSign permette di gestire tutto il ciclo di firma di contratti e documenti aziendali attraverso un unico flusso via Internet, su dispositivi mobili o via web.

Danilo CattaneoSi chiama GoSign la nuova piattaforma lanciata sul mercato da InfoCert e indirizzata alla risoluzione dei problemi di gestione e tempistiche legati all’uso dei tradizionali ‘libri firma cartacei’, in tutte le realtà aziendali e di ogni dimensione. Di fatto l’idea è quella di consentire la firma (e la richiesta di firma) di contratti e documenti direttamente in forma digitale con un tracciamento di tutto il processo coinvolto, rapido e trasparente, senza alcun passaggio cartaceo.

Dal punto di vista operativo GoSign parte dalla creazione di una pratica permettendo di scegliere tra tre livelli di trust della firma da applicare - elettronica (priva di valore legale), digitale su PDF e digitale P7M - aggiornabili in base alle normative. Una volta definito il tipo di firma vengono caricati i documenti da far firmare e chi deve fare cosa, inserendo i rispettivi indirizzi di email. Tramite l’interfaccia vengono quindi posizionati sul documento i punti in cui devono essere poste le firme/sigle, scrivere eventuali messaggi di allerta personalizzati e inviare il tutto. “Chi deve firmare riceve il documento direttamente all’interno dell’applicazione fornita da InfoCert e, ad esempio attraverso un tap sullo schermo del tablet può apporre la firma richiesta per poi inserire PIN e chiavi OTP per quindi procedere a una sincronizzazione del libro firma”, spiega Fabio Chinaglia, Direttore Business Unit Smart Working Tools di InfoCert. Chi è privo dell’applicazione e non è cliente della piattaforma di InfoCert può comunque apporre la propria firma all’interno del browser web. Il tutto compatibile anche con device di firma terze parti.

“Abbiamo fatto tesoro dell’esperienza con i nostri clienti in questo campo per proporre uno strumento facile da usare e che deriva dall’acquisizione fatta lo scorso anno di Eco-Mind App Factory, che era già nostra partner, investendo sul suo software, operando una reingegnerizzazione dei processi, irrobustendone la funzione di provisioning e rendendo il tutto acquistabile e fruibile via web. Si tratta di un salto di qualità significativo in termini di adozione e utilizzo di questa tipologia di strumenti. E tra le realtà nostre clienti che già li stanno utilizzando c’è anche Barilla”, ha commentato Danilo Cattaneo (nella foto), amministratore delegato di InfoCert.

A tal proposito Alberto Maldino, Responsabile Group Digital & Business Technology Italy di Barilla, ha illustrato come in una realtà quale quella del marchio italiano questo tipo di soluzioni possono effettivamente semplificare al massimo quei processi di firma che coinvolgono più procuratori che non sono facilmente e immediatamente raggiungibili con un libro firma cartaceo.

 

TORNA INDIETRO >>