Estate 2020
Servizi
 

24/03/2016

Share    

di Raffaela Citterio

Il cloud con solide basi

Infrastrutture ai vertici della categoria, assistenza 24x7x365 e SLA garantiti al 99,9% hanno consentito a Seeweb di registrare una crescita costante dal 1998.

Antonio BaldassarraPer intuire le potenzialità di Internet all’inizio degli anni ‘90, quando l’era digitale era agli albori, bisogna avere una vera e propria passione per il mondo delle tecnologie. È il caso di Antonio Baldassarra, CEO di Seeweb, appassionato di elettronica sin da bambino, che ha vissuto in prima persona il periodo epico delle prime radio e televisioni private, per poi capire, anche sulla base di quanto avveniva fuori dall’Italia, in particolare negli USA, che Internet avrebbe cambiato il mondo. Nel 1995 ha quindi aperto il primo ISP della provincia di Frosinone che forniva accesso dialup, all’inizio a 14,4 Kbps, per poi, nel 1998, dare vita a Seeweb, realizzando una server farm in grado di erogare servizi di hosting e housing. Da allora la società ha continuato su questa strada, facendo dell’affidabilità e della qualità dei servizi offerti il proprio punto di forza. Nel 2009, ad esempio, è stata tra i primi a parlare di cloud e a proporre le prime soluzioni cloud sul mercato. Oggi la sua offerta sulla nuvola soddisfa qualsiasi esigenza possibile: cloud hosting, cloud server, cloud infrastructure, cloud storage, cloud streaming, backup e database as a Service. Nel 2015 vantava oltre 250.000 domini internet gestiti, mentre il picco di utilizzo della propria Cloud Infrastructure durante il 2015 è stato di 8.316 CPU e 30.270 GB di RAM, con parametri in rilevante crescita, facendo della nuvola di Seeweb una delle più apprezzate dall’utenza. Costantemente tra le prime 10 Hosting Company a livello mondiale per affidabilità e qualità del servizio (audit Netcraft), l’azienda è sinonimo di innovazione, sicurezza ed elevate prestazioni.

Il cloud non è tutto uguale
Oggi Seeweb è dunque uno dei principali cloud provider italiani. “Le sfide però non finiscono mai - assicura Baldassarra. Oggi, come cloud provider, assistiamo quotidianamente ai cambiamenti dettati dall’evoluzione tecnologica: aziende di ogni dimensione, operanti nei settori più disparati, si trovano a gestire una mole di dati in crescita esponenziale e sono interessate a trarre i massimi benefici dalle tecnologie emergenti quali virtualizzazione e iperconvergenza, automatizzando nel contempo il più possibile i processi. Non sono solo le tecnologie a evolvere, però: anche gli utenti stanno cambiando, e oggi sono molto più informati e consapevoli rispetto al passato, senza contare che l’offerta si è ampliata a dismisura, come sempre avviene per i mercati in crescita, per cui non è facile fare la scelta giusta”. Un provider, insomma, oggi deve sapersi differenziare, scegliendo un modo di fare hosting e fornire servizi che non si basino solo sulla mera offerta commerciale ma che mostrino un’adeguatezza infrastrutturale e tecnologica ad ampio raggio: i datacenter di un fornitore di servizi, siano essi cloud o fisici, devono essere allo stato dell’arte e dimostrare un’accuratezza in tutte le scelte delle varie misure, sia fisiche sia logiche, atte a garantire continuità di servizio, sicurezza dei dati ed efficienza ambientale. Proprio quello che fa Seeweb.

I datacenter Seeweb
“Le ‘fondamenta’ di un servizio tecnologico sono importanti quasi come il servizio stesso, e neanche il cloud computing sfugge a questo assioma - commenta Baldassarra. Per questo abbiamo scelto di gestire direttamente e autonomamente più datacenter, tutti su territorio italiano e su sedi distanti geograficamente, in modo da poter ridondare i servizi offerti e rendere possibile la creazione di infrastrutture con disaster recovery geografica. Operando su datacenter proprietari, inoltre, siamo in grado di fornire livelli di personalizzazione e innovazione delle infrastrutture che in una condizione di dipendenza non potremmo garantire”. I datacenter di Seeweb si trovano in Lombardia e nel Lazio, uno in via Caldera, a Milano, uno a Sesto San Giovanni, alle porte di Milano, e due a Frosinone, città raggiungibile da Roma in poco tempo. In particolare il datacenter 2 di Frosinone rappresenta una struttura tra le più moderne in assoluto a livello mondiale, sia perché di recentissima costruzione, progettata in base ai più moderni requisiti Tier IV, sia perché raggiunge livelli di PUE (Power Usage Effectiveness) di 1,33, un risultato eccellente, considerando la latitudine a cui si trova il datacenter. L’ultimo datacenter Seeweb Tier IV, una web farm di complessivi 6.300 mq dedicata al cloud computing, all’housing e alla co-location, presenta ulteriori facility d’avanguardia, quali una raffreddamento perimetrale underfloor combinato in rack con free cooling e acqua a temperatura moderata e elevata efficienza, un sistema di rilevazione dei fumi e del fuoco di tipo Vesda (very early smoke detection apparatus) multiarea progressivo, e molto altro.

La connettività
Per qualsiasi cloud provider la connettività è fondamentale. I carrier presenti nei datacenter Seeweb del Lazio e della Lombardia sono stati scelti perché consentono di avere un servizio tra loro ridondato e sono in grado di fornire connettività IPv6 di qualità. La connettività di Seeweb a Milano è organizzata in modo che nessuno dei fornitori condivida fibre o sale dati: questo permette di continuare a fornire il servizio anche in caso di guasti a uno degli altri datacenter del comprensorio di via Caldera. Per una maggiore sicurezza i datacenter di Frosinone hanno a disposizione una seconda connessione GTT in modo da essere completamente indipendenti da Milano anche in caso di eventi catastrofici. Tutti gli elementi critici della rete Seeweb sono ridondati. I router dei datacenter sono tutti duplicati e raggiungibili tramite due percorsi: in questo modo i servizi di cloud computing e di datacenter housing vengono erogati da un’infrastruttura di rete che offre le migliori performance e un adeguato grado di ridondanza in modo da assicurare un servizio continuativo e con elevati standard qualitativi.

Un’offerta completa
Operando in un segmento di offerta identificabile con la fornitura di servizi infrastrutturali IP, Seeweb spazia dall’esercizio di datacenter e servizi correlati di co-location e housing di apparecchiature IT e TLC dei clienti fino all’erogazione di servizi di hosting e cloud computing su più livelli (IaaS, PaaS e SaaS). In particolare Seeweb propone soluzioni di Shared Hosting, ovvero hosting condiviso che consente di sperimentare soluzioni e tecnologie relative a siti importanti a un prezzo competitivo; Cloud Hosting, con caratteristiche e prestazioni personalizzabili; Easy Cloud Server, un servizio cloud on demand ideale per le applicazioni che non richiedono infrastrutture mission critical e per testing, sviluppo, staging e pre-produzione; Cloud Server, un vero e proprio server virtuale con parametri garantiti, realizzato su macchine multiprocessore multicore ridondate N+1 e con storage SAN ad alta disponibilità; Foundation Server, un server dedicato con caratteristiche fisse, ideale per la realizzazione dei cluster per cloud privati; Housing e Co-location, servizi che consentono di realizzare soluzioni personalizzate per chi vuole disporre di servizi di data-center dedicati; Cloud DB, un database as-a-service MySQL scalabile e replicabile geograficamente con sistema Live Replication la cui gestione è eseguibile tramite web; Cloud Appliance, che consente di scambiare dati in maniera sicura tra postazioni che comunicano utilizzando il web e l’infrastruttura cloud; Cloud Object Storage, che consente di distribuire e archiviare grandi quantità di dati come immagini statiche, file audio-video o archivio documentale; Cloud Backup, che permette di fare il backup di un qualunque computer su un sistema di backup di livello enterprise basato su IBM Tivoli Storage Manager (TSM).

Il valore dei servizi
Al di là delle singole soluzioni offerte, chi sceglie Seeweb trova un ambiente sicuro, confortevole e moderno, con i più sofisticati e affidabili processi di accesso al datacenter e alle workstation dedicate, che gli permette di lavorare in tutta tranquillità. Per chi sceglie una soluzione di backup in disaster recovery su cloud, ad esempio, Seeweb garantisce una protezione dati basata su software TSN incrementale che effettua copia di ogni singolo file su un datacenter Seeweb geograficamente distante da quello in cui si trovano i dati del cliente, garantendo così un disaster recovery di altissima qualità senza costi aggiuntivi. La società rende inoltre disponibili livelli di assistenza con risorse umane dedicate strutturati su tre livelli, con tempi di presa in carico del ticket nell’ordine delle decine di minuti. Un’opzione prevede persino la possibilità di avere una persona di riferimento competente sulla infrastruttura del cliente sempre disponibile. Presente nei principali centri di interscambio italiani ed europei, dotata della certificazione di processo secondo ISO9001, di sicurezza e trattamento dei dati secondo ISO 27001 e di compatibilità ambientale ISO14001, oltre che di certificazione come fornitore Consip, Seeweb ha insomma costruito le sue infrastrutture per dare al cliente la tranquillità che cerca e la possibilità di ridondare i suoi servizi su più livelli 24 ore al giorno per 365 giorni all’anno.“In questo modo - assicura Baldassarra - siamo in grado di soddisfare anche le esigenze di update più elevate, rispetto a quelle già alte riconosciute come standard, del 99,9%”.

Soddisfatti o rimborsati
Seeweb è così sicura della qualità dei servizi forniti da essere pronta a rimborsare i propri clienti fino all’ultimo centesimo in caso di downtime dei server. “Siamo i soli a rimborsare il 100% del canone mensile del server in caso di downtime”, dichiara con orgoglio Baldassarra, aggiungendo come “nessuno dei nostri competitor arriva a tanto, né i grandi colossi multinazionali né gli altri cloud provider nazionali. Siamo convinti che questa garanzia possa convincere un numero ancora maggiore di aziende ad affidare a un fornitore affidabile come noi la propria infrastruttura IT, in tutto o in parte, al fine di demandare all’esterno le complessità tecnologiche per potersi concentrare sul proprio core business”. Il cloud, del resto, presenta nuove opportunità per chi fino ad oggi ha sempre guardato all’IT con una certa diffidenza, perché consente di sperimentare nuove strade senza investimenti eccessivi e in maniera estremamente flessibile, non solo dal punto di vista tecnico ma anche, e soprattutto, economico. “Si può cominciare con una infrastruttura di base e farla evolvere di pari passo con la crescita del business senza rischi - conclude Baldassarra. Anche se principalmente cloud-oriented, Seeweb oggi più che mai è in grado di gestire con ancora più risorse richieste di housing e co-location, come è possibile toccare con mano nei nostri datacenter”.

 

TORNA INDIETRO >>