SentinelOne
Hardware - Datacenter
 

14/12/2016

Share    

di Paolo Morati

Igel, il thin client che vuol far cambiare idea

Il vendor tedesco permette di installare il proprio sistema operativo anche su endpoint di altri produttori riconvertendoli e offrendo una gestione centralizzata sulle infrastrutture VDI.

Sono disponibili anche in Italia i prodotti sviluppati dalla tedesca Igel Technology, il cui marchio da febbraio è entrato nel catalogo di Ready Informatica, promettendo di rivoluzionare un approccio considerato come uno strumento per offrire maggior controllo, sicurezza ed efficienza nei contesti di impresa, legandosi alle tematiche del virtual desktop. Ossia quello dei thin client. “Il concetto è semplice. Il nostro sistema operativo Igel OS, di serie sul nostro hardware, è in grado di funzionare su qualsiasi macchina x86 indipendentemente dal suo produttore. In soli tre minuti siamo quindi in grado di trasformare i terminali attraverso una chiavetta usb (soluzione UD Pocket, con UD che sta per Universal Desktop Converter) che si avvia al boot oppure installandolo direttamente a livello di firmware”, ha spiegato Fred Milon, Sales Director, France, Italy and Spain di Igel Technology, sottolineando quindi come la società non vincoli gli utenti all’acquisto del propri strumenti fisici.

Gli ha quindi fatto eco il Managing Director Simon Richards, aggiungendo come la società ritenga che “Thin è software. È questo il nostro messaggio, in un contesto dove i dispositivi su cui le aziende e i propri utenti lavorano si stanno moltiplicando e quindi ampliando le complessità di gestione. Ecco che è necessaria una nuova strategia che nel dettaglio della virtualizzazione richiede un approccio ‘smart’ per ottenere i massimi vantaggi. Il tutto tenendo anche conto che scelte errate in tema di sistemi operativi possono causare problemi fronte produttività e spese di licenza”. I dati forniti parlano quindi di un abbattimento del 20% dei costi energetici, 45% dei costi hardware e del 75% di quelli amministrativi grazie al percorso suggerito da Igel.

Tiziano Ciceri, Product Manager di Ready Informatica ha dal canto suo affermato che si tratta di un approccio completamente diverso rispetto a quello di altri fornitori thin e zero client. “Quando si va dai clienti non pretendiamo che buttino via quanto già acquistato - che si tratti di vecchi personal computer o thin client non più supportati dal vendor originale - bensì di riconvertirlo dando la possibilità di ottenere un controllo centrale di massima qualità grazie alla piattaforma di gestione Igel, fornita con funzioni base gratuite, con configurazione drag-and-drop e impostazione di policy dedicate. Qualora sia richiesto anche nuovo hardware non ci sono comunque problemi a fornirlo. Abbiamo casi di realtà da migliaia di terminali sulle quali siamo intervenuti per garantire ad esempio l’interazione senza problemi con la piattaforma di virtualizzazione di Citrix. Il tutto in pochi minuti”.

 

TORNA INDIETRO >>