Estate 2020
Servizi
 

15/03/2013

Share    

IBM: l’evoluzione continua verso il cloud

Un approccio basato su una roadmap di trasformazione, che parte da una accurata valutazione dell’esistente e delle priorità di business

Il cloud computing è ormai ampiamente riconosciuto come un modello che cambia le regole del gioco nell’Information Technology: semplifica l’utilizzo di risorse IT rendendole disponibili come servizi in rete su infrastrutture dinamiche e flessibili, e ne migliora l’efficienza. Ma il suo potenziale va ben oltre l’innovazione tecnologica: può cambiare in modo radicale gli scenari competitivi, aprendo la porta a modelli più efficienti, reattivi e innovativi di fare business.


“Il cloud è per IBM il modo per ripensare l’IT e reinventare il business - sottolinea Alessandra Brasca, cloud leader di IBM. Anche i CEO sono interessati a scoprire come il cloud può estendere la portata del loro business e aiutarli a inserirsi in nuovi spazi. Dalle recenti IBM CEO Survey e IBM CIO Survey emerge infatti che la tecnologia è per i CEO al primo posto tra i fattori esterni che impattano le organizzazioni e che il 90% dei CIO considerano il cloud come fattore critico di successo delle loro pianificazioni, in quanto acceleratore dei tempi di erogazione dei servizi IT”.


IBM sta collaborando con migliaia di aziende in tutto il mondo per realizzare progetti di cloud computing utilizzando prodotti, soluzioni e servizi del portafoglio IBM SmartCloud, organizzato in 3 aree fondamentali: SmartCloud Foundation, un insieme integrato di tecnologie e servizi per trasformare il proprio data center realizzando cloud privati o ibridi; SmartCloud Services, la piattaforma IBM per l’erogazione di servizi (IaaS e PaaS) public cloud, di classe enterprise, resi disponibili in modalità as a service basati sulle tecnologie SmartCloud Foundation; SmartCloud Solutions, ovvero soluzioni di sicurezza, di business e per mercati verticali sul cloud, offerte in modalita’ SaaS. Tra queste, le soluzioni di Smarter Commerce, Smarter Cities, Social Business, Business Analytics and Optimization. Il tutto all’interno di un’architettura di riferimento che aiuta a governare la trasformazione verso il cloud e che garantisce impegno verso standard aperti e interoperabilità.

 

 

Una roadmap di trasformazione


L’approccio di IBM al cloud si basa su una roadmap di trasformazione, che parte da una accurata valutazione dell’esistente e delle priorità di business e prosegue nell’articolazione delle linee strategiche d’intervento, fino alla definizione di progetti esecutivi in grado di rispondere alle esigenze specifiche di ogni azienda. L’esperienza di IBM in oltre 4 anni e quasi 4000 progetti cloud condotti a livello mondiale dimostra come questo paradigma sia un elemento portante della strategia di crescita di Big Blue, una strategia che ci concretizza innanzitutto in termini di investimenti: acquisizioni (3 miliardi di dollari investiti in acquisizioni cloud fondamentali), apertura di nuovi datacenter per il cloud (6 global data center per il delivery di IBM SmartCloud services), centri di competenza (11 cloud development labs e 4 SAP Centers of Competency al mondo) e costante ampliamento del portafoglio di offerta.


Non meno importante è l’impegno in termini di ricerca, strutturato in modo da bilanciare al meglio la ricerca pura e l’esigenza di rispondere alle sfide del terzo millennio partendo dai bisogni reali del mercato e dei clienti.

 

TORNA INDIETRO >>