Regent 2
Applicazioni
 

10/01/2014

Share    

I big data intelligenti di MANTICLE

Risolvere problemi complessi alla cui base vi sia la necessità di utilizzare Business Analytics e/o ricorrere a tecniche di ottimizzazione matematica e statistica

Serve un mago per poter fare previsioni attendibili sulla base dell’analisi di enormi moli di dati eterogenei e destrutturati? “Non proprio, anche se la radice del nome che abbiamo scelto, MANTICLE, deriva dal greco mantis,che significa indovino” dice Marco Gioia, technical manager e socio fondatore di una società nata uffcialmente pochi mesi fa che coinvolge però un pool di affiatati professionisti con alle spalle una lunga esperienza nell’ambito della business intelligence. “Il nostro obiettivo - prosegue - è quello di fo…rnire una risposta ed una visione proattiva a fronte della veloce evoluzione tecnologica che impone un nuovo modo di comunicare e fare business”. MANTICLE si propone quindi come un interlocutore dedicato a risolvere problemi complessi alla cui base vi sia la necessità di utilizzare Business Analytics e/o di ricorrere a tecniche di ottimizzazione matematica e statistica, facendo leva su un gruppo di professionisti con diverso background culturale e professionale ma con la medesima passione e slancio verso il futuro.


Personalizzare l'analisi
Quando si parla di analisi a supporto del business ci si addentra in un campo minato, perché non basta parlare di big data per mettere in campo soluzioni e efficaci. La filosofia di MANTICLE è quella di sapere ascoltare le esigenze
di ogni singolo cliente per capire esattamente quello di cui ha bisogno, proponendo volta per volta gli strumenti più adatti, “grazie alla perfetta conoscenza di tutte le tecnologie più performanti (IBM, SAP, Microsoft, Oracle e Pentaho) e, nel contempo, a una totale indipendenza che ci permette di suggerire in ogni caso la soluzione 

più rispondente al contesto”, dice Gioia. Il vero fiore all’occhiello della società, però, è la sua capacità di
personalizzare qualsiasi soluzione, mettendo a punto anche nuovi algoritmi che, una volta dimostratisi efficaci, possono essere ingegnerizzati. Un impegno a tutto tondo, quindi, che comprende anche una costante attività di scouting per essere sempre un passo avanti. È recentissima, ad esempio, la partnership siglata con AITELLU,
società svedese che ha messo a punto una piattaforma proprietaria che monitorizza tutto quanto avviene sul web e sui social media e restituisce analisi personalizzate su qualunque tipo di device, fisso o mobile. 

 
TAG: Big Data

TORNA INDIETRO >>