Intelligenza Artificiale 2019
Mobile/Wireless
 

16/07/2014

Share    

Fruire in piena mobilità di tutte le risorse aziendali

Fujitsu propone una gamma vasta e diversificata di device mobili indirizzati al mondo enterprise in grado di venire incontro a qualsiasi tipo di esigenza

Secondo Digitimes Reserach, istituto di ricerca di Taipei, nel corso del secondo trimestre del 2014 saranno commercializzati circa 61,42 milioni di tablet in tutto il mondo: un simile volume farà registrare una crescita dei tablet immessi sul mercato mondiale pari al 4,9% rispetto al primo trimestre dell’anno corrente, e pari al 30,9% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Numeri che danno la misura del successo che stanno avendo questi device, sempre più diffusi ad ogni latitudine, Europa e Italia incluse. Abbiamo fatto il punto della situazione con Fabrizio Falcetti, business program manager di Fujitsu, azienda che progetta, realizza e commercializza tablet da più di 20 anni.

 

Quali sono i fattori che spiegano la diffusione a macchia d’olio di questi prodotti?


Secondo noi soprattutto due: in primo luogo lato offerta c’è una scelta sempre più vasta, con vendor che puntano su fattori diversi come prezzo, design, brand..., lato domanda, invece, la possibilità di utilizzare strumenti che consentono di essere sempre connessi e fruire dei contenuti più vari in ogni luogo e in ogni momento presenta innegabili vantaggi a tutti i livelli. Riteniamo, però, che ci siano differenze sostanziali tra un utilizzo professionale e uno consumer di questi device.


Qual è il posizionamento di Fujitsu in questo specifico segmento?


Quello che ci caratterizza rispetto ad altre proposition, anche in questo campo, è la capacità di ascoltare le esigenze di ogni singolo cliente, rendendo disponibile una gamma di soluzioni e servizi estremamente ampia e variegata, in grado di dare risposte concrete a qualsiasi necessità. Tutte le organizzazioni, sia pubbliche che private, oggi sono chiamate ad affrontare sfide importanti, in un mondo globalizzato che corre sempre più in fretta. È fondamentale consentire loro di concentrarsi sul proprio core business, supportandoli nel modo migliore, anche grazie alla collaborazione di un ecosistema sempre più efficiente e qualificato. Tornando ai tablet, la nostra strategia è da sempre quella di fornire soluzioni enterprise altamente configurabili, che consentono di raccogliere dati in mobilità in qualunque circostanza, rendendo nel contempo disponibili i dati aziendali alla persona giusta e nel momento giusto ovunque questa si trovi.


In Italia vi sono mercati verticali in cui i device mobili sono più diffusi?


Mentre fino a poco tempo fa i tablet venivano utilizzati per applicazioni abbastanza di nicchia, per esempio l’automazione della forza vendita, oggi i campi di impiego sono molto più trasversali, dagli impianti produttivi alle strutture sanitarie fino ad arrivare alle attività di monitoraggio e manutenzione di utilities geograficamente distribuite, solo per fare alcuni esempi. È evidente che in queste circostanze servono device particolarmente robusti e performanti. Per questo abbiamo sviluppato la famiglia STYLISTICS, nell’ambito della quale le soluzioni semi-rugged STYLISTIC Q794 e STYLISTIC Q584 occupano un posto di rilievo.


Oltre alla robustezza, quali altre funzionalità caratterizzano tali soluzioni?


Oltre alle caratteristiche hardware robustezza, leggerezza, durata della batteria... è importante sottolineare le dotazioni software. Innanzitutto entrambi i modelli s basano sul sistema operativo Windows 8.1 Professional, che consente loro di venire integrati in maniera trasparente nei sistemi informativi aziendali già presenti in azienda (sistemi gestionali, CRM, gestione magazzino...). Fare in modo che i dati e le informazioni raccolte in mobilità vengano integrate direttamente nei sistemi informativi aziendali permette da un lato di ottimizzare e razionalizzare i processi, poiché non saranno necessarie ulteriori operazioni per avere un quadro completo delle attività e prendere decisioni corrette, dall’altro di ridurre al minimo l’impatto dell’inserimento di tali device, poiché l’interfaccia risulta molto simile a quella degli strumenti di produttività personale ormai famigliare alla maggior parte degli utenti. Senza contare che, in questo modo, vengono salvaguardati gli investimenti effettuati nel corso del tempo. Oltre a un sistema operativo che si differenzia nettamente da quelli di derivazione consumer, queste soluzioni, come per altro tutta la nostra offerta di soluzioni per la mobilità, integrano poi ulteriori funzionalità di classe enterprise in tema, ad esempio, di sicurezza (inclusa il riconoscimento biometrico fingerprint) e virtualizzazione.


Che ruolo ha il canale nell’accelerare la diffusione dei device mobili di classe enterprise?


Come ho detto, i business partner rappresentano un anello fondamentale nella nostra catena del valore. Tali soluzioni, del resto, rappresentano un’importante opportunità di business per chi opera in prima linea, poiché in genere si collocano all’interno di progetti complessi, tesi a incrementare l’efficienza e l’efficacia dei processi, spesso sponsorizzati più dalle linee di business che dagli IT manager. È evidente che l’introduzione di nuove soluzioni basate sulla mobilità richiedono un disegno architetturale, l’adattamento delle applicazioni presenti in azienda al nuovo formato, servizi di gestione a manutenzione a corredo... Senza contare che si aprono frontiere ancora tutte da esplorare per quanto riguarda l’implementazione di nuove applicazioni. Tutti servizi che il nostro canale eroga con grande professionalità, sapendo di avere alle spalle un brand in grado di fornirgli tutto il supporto necessario lungo l’intero ciclo di vita del progetto.


 

 

TORNA INDIETRO >>