Atlassian
Sicurezza
 

20/02/2017

Share    

Per Fortinet c’è bisogno di tanta formazione e informazione

Cloud e vulnerabilità dei sistemi al centro delle preoccupazioni dei responsabili IT. Ma bisogna sapere come affrontarli.

Filippo MonticelliSi fa presto a dire sicurezza. Nonostante episodi anche eclatanti continuino a riempire le prime pagine dei giornali, sul fronte sicurezza IT c’è ancora molto da fare e una certa confusione. “Molte aziende stanno spostando la propria sicurezza sul cloud, adottando in pratica un modello di outsourcing che richiede comunque conoscenze e consapevolezza - commenta Filippo Monticelli, country manager di Fortinet Italia. Per questo continuiamo a investire in maniera consistente in attività di informazione, formazione e, per quanto riguarda il nostro canale, certificazioni, mentre abbiamo intenzione di avviare anche in Italia un rapporto più stretto con il mondo accademico”. Per avere il polso della situazione Fortinet periodicamente commissiona anche delle ricerche che fotografano lo stato dell’arte del settore.

L’ultima ricerca commissionata da Fortinet specificamente focalizzata sul mercato Emea è stata realizzata dall’istituto indipendente Lightspeed GMI e ha coinvolto 1.399 decision maker IT di alto profilo di 13 Paesi, Italia inclusa. Dallo studio emerge che le due principali preoccupazioni degli intervistati riguardano la sicurezza del cloud (53% a livello globale, 43% dei rispondenti italiani) e dei sistemi IT (53% a livello europeo, 59% in Italia). Ma quali sono, oggi, i tempi di risposta a un cyber attacco? Secondo lo studio solo il 16% di coloro che è stato vittima di un attacco (il 52% del campione) se n’è accorto in pochi minuti, mentre per la maggioranza sono stati necessari giorni, mesi e persino anni per individuare le violazioni.

“Anche per questo - dice Monticelli - molti considerano i problemi di sicurezza come elemento di spinta verso la gestione in outsourcing delle funzioni di cybersecurity. Entro 3/5 anni, secondo questo studio, il 44% delle organizzazioni in Emea potrebbe decidere di puntare sull’outsourcing”. La ricerca mette in luce quindi l’urgente esigenza delle aziende di dare priorità a una sicurezza endto- end con funzionalità di threat intelligence efficaci ed efficienti per far fronte a un cyber crime sempre più sofisticato. Bisogna insomma affrontare i rischi in modo nuovo, investendo in architetture di cyber security integrate e adattabili a reti ormai senza confini, proprio quello che fa la Security Fabric di Fortinet.

 

TORNA INDIETRO >>