SentinelOne
Sicurezza
 

15/01/2016

Share    

Ecco Forcepoint, per proteggere le aziende

Il nuovo nome di Raytheon | Websense arriva dopo la finalizzazione dell'acquisizione di Stonesoft. L'obiettivo è consentire ai clienti di abbracciare in modo sicuro le tecnologie trasformative.

È Forcepoint la nuova denominazione sociale di Raytheon | Websense, società specializzata sul tema della cybersecurity. L'annuncio arriva dopo l'integrazione tra Websense e Raytheon Cyber Product e la successiva e recente acquisizione di Stonesoft. Una nota spiega che l'obiettivo della realtà è quello di potenziare le organizzazioni così da poter portare avanti il proprio business, abbracciando in modo sicuro le tecnologie trasformative - cloud, mobilità, Internet of Things (IoT), e altre - attraverso una piattaforma cloud-centrica unificata che tuteli utenti, reti e dati, eliminando le inefficienze normalmente presenti nella gestione di una serie di prodotti di sicurezza separati. In tal senso la piattaforma Forcepoint è studiata per proteggere contro le minacce provenienti da insider e outsider, individuare rapidamente le infrazioni, ridurre al minimo il "dwell time" - ossia il periodo tra il compromesso informatico e la risoluzione - e bloccare il furto.

John McCormack, CEO di Forcepoint, ha commentato l'annuncio spiegando che "con Forcepoint, le organizzazioni possono proteggere utenti, reti e dati nel cloud, on the road, e in ufficio. Semplifichiamo la conformità, permettiamo un migliore processo decisionale e ottimizziamo la sicurezza in modo che i nostri clienti possano concentrarsi su ciò che è importante per loro. Forniremo una piattaforma cloud-centric unificata per difendersi dagli attacchi, rilevare prima possibile attività sospette e offrire il contesto necessario per decidere le azioni da intraprendere per fermare l'attacco e bloccare il furto di dati. Difendere, rilevare, decidere, sconfiggere - questa è la nostra visione per la Sicurezza in 4D di Forcepoint. Abbiamo un'esperienza, un impegno finanziario e un accesso continuo a tecnologie di sicurezza unici per poter concretizzare questa visione".

 

TORNA INDIETRO >>