Regent 2B
Servizi - Mercati Verticali
 

07/01/2020

Share    

Finix si presenta: “Un hub di eccellenza tecnologica per il mercato italiano”

Nata da Fujtsu Technology Solutions Italia, acquisita al 100% da Livia Corporate Development, l’obiettivo dell’azienda è indirizzare nuove soluzioni nel nostro mercato. Non solo del vendor giapponese.

Pierfilippo RoggeroUn nuovo player italiano per la trasformazione digitale delle aziende. Un mix di competenze di business e innovazione, capace di supportare le PMI e le grandi imprese nello sviluppo dei propri processi di digitalizzazione. Si è presentata così alla fine dello scorso anno Finix Technology Solutions, società nata il 12 settembre dall’acquisizione del 100% delle azioni di Fujtsu Technology Solutions Italia da parte di Livia Corporate Development, investitore tedesco con un forte focus sulla digital transformation. A guidare la nuova società in qualità di CEO sarà Pierfilippo Roggero, già AD e presidente di Fujitsu Italia nonché senior vice president South Western Europe di Fujitsu dal 2000 al 2011.

La strategia
Una nomina, quella di Roggero, nel segno dell’esperienza e della continuità. Concetti rispecchiati anche dal team di Finix, con 165 professionisti in arrivo da Fujitsu Italia, e dalla proposta del nuovo operatore, partner in esclusiva per la commercializzazione delle soluzioni del vendor giapponese nel nostro Paese. Un portfolio che l’azienda intende arricchire con un’ampia gamma di tecnologie e servizi che spaziano dagli ambienti di lavoro fino alle soluzioni per data center, software e cloud-based. Lo ha spiegato Roggero: “Il nostro obiettivo è estendere il portfolio esistente integrando l’offerta con eccellenze tecnologiche di ultima generazione in tre aree specifiche: la cybersecurity, l’Internet of Things e l’intelligenza artificiale. Vogliamo rappresentare per il mercato un centro di competenze, di tecnologie, capace di identificare ‘use case’ strategici per il business dei clienti e indirizzare nuove soluzioni in sinergia con il nostro network di partner”. Un ecosistema di cui già fanno parte oltre 3mila rivenditori e che trova solide basi proprio sull’esperienza di Fujitsu, da cui Finix ha ereditato il go-to-market e il Select Partner Program che verrà aggiornato in linea con l’evoluzione dell’offerta dell’azienda.

L'impegno
Grazie all’ampliamento del portfolio e in stretta collaborazione con i distributori e i partner, l’obiettivo di Finix è incrementare il numero di stakeholder, sia in ambito privato che pubblico. “Vogliamo colmare un vuoto, guidare la trasformazione digitale delle aziende in tutti i settori – ha concluso Roggero. Ci impegnamo a fare un continuo scouting di soluzioni innovative per introdurre ogni sei mesi prodotti di valore per il mercato italiano”.

 

TORNA INDIETRO >>