Estate 2019
Applicazioni
 

24/01/2013

Share    

Verso i nuovi Sistemi di e-Democracy europei

All'Agenzia per l’Italia Digitale la competenza sulla documentazione UE

 

Un nuovo strumento di democrazia partecipativa a livello internazionale per il rafforzamento delle basi democratiche dell'Unione Europea è a disposizione di tutti i cittadini che vorranno rivolgersi alla Commissione europea perché proponga un atto legislativo su questioni per le quali l'UE ha competenza di legiferare. 

 

La possibilità d’iniziativa da parte dei cittadini è stata introdotta dal Regolamento UE n.211/2011, a sua volta recepito nell'ordinamento italiano con Decreto del Presidente della Repubblica del 18 ottobre 2012 n. 193.

 

 

Un milione di firme on line

 

 

L'iniziativa può essere avviata attraverso la costituzione di un “comitato” e deve essere sostenuta da almeno di un milione di firme.


Il Regolamento europeo stabilisce le procedure e le condizioni necessarie per attivarla, evidenziando, tra l’altro, il corretto uso della tecnologia come strumento di partecipazione e l’opportunità che la raccolta delle dichiarazioni di sostegno avvenga anche per via elettronica, attraverso un sistema, certificato nello Stato membro, in cui saranno archiviati i dati raccolti (articolo 6 Regolamento n. 211/2011).

 

 

Il ruolo dell’Agenzia per l’Italia Digitale

 

 

Tale competenza è stata assegnata nel nostro Paese all’Agenzia per l'Italia Digitale, che ricopre il ruolo di autorità nazionale competente, che ha emanato, lo scorso primo dicembre, contestualmente all’entrata in vigore del DPR 193, il provvedimento che individua la documentazione da depositare e le modalità per presentare domanda per la certificazione dei sistemi di raccolta elettronica delle Dichiarazioni di sostegno.

 

L'attuazione, da parte dell’Agenzia, di quanto previsto dal decreto, consente di concludere il lavoro istruttorio avviato da tempo e si traduce in una concreta agevolazione per gli organizzatori di iniziative che, così, possono già presentare la propria richiesta di certificazione.

 

L’attenzione alla raccolta di adesioni a iniziative legislative è elevata in tutti i Paesi europei e, a testimonianza di ciò, sul sito ufficiale della Commissione europea sono già state registrate quattordici iniziative, una delle quali nata dall’impegno di un promotore italiano.
 

 

TORNA INDIETRO >>