Estate 2020
Servizi - Hardware
 

08/09/2016

Share    

Dell completa l'acquisizione di EMC

Conclusa l'operazione da 67 miliardi di dollari che ha portato alla fusione tra le due società. I commenti dei manager italiani.

Si è chiusa ufficialmente l’acquisizione di EMC da parte di Dell per 67 miliardi di dollari, con la fusione definitiva tra le due realtà dopo i via libera delle diverse autorità di regolamentazione, seguito all'annuncio dell'accordo il 12 ottobre dello scorso anno, l'ultimo dei quali da parte del Ministero del Commercio cinese.

“Quello che stiamo attraversando è un momento di cambiamenti senza precedenti. La trasformazione digitale sta rivoluzionando praticamente ogni aspetto del mondo che ci circonda. La tecnologia avanza a ritmi esponenziali, cambiando il nostro modo di vivere e lavorare. Nel mentre, per le aziende e le organizzazioni come la tua si profila l'opportunità di trasformare radicalmente il mercato introducendo innovazioni per ogni cliente e realtà di business”, commentano in una nota congiunta destinata ai clienti Filippo Ligresti, Direttore Generale di Dell Italia, e Marco Fanizzi, Direttore Generale di EMC Italia.

Nel dettaglio la nuova realtà battezzata Dell Technologies (con la divisione enterprise Dell EMC), che occupa 140.000 persone, è in grado di fornire sul mercato un ventaglio di prodotti, soluzioni e servizi che spaziano su un’ampia gamma di aree IT, dai server allo storage, dal networking ai personal computer passando per le piattaforme software.  

“Grazie alle differenti aziende che compongono Dell Technologies (tra cui Pivotal, RSA, SecureWorks, Virtustream e VMware), Dell EMC ha tutto ciò che serve per aiutarti a trasformare l'IT, la forza lavoro, la sicurezza e tutto il tuo business in generale. Tutti insieme possiamo abbattere costi e complessità, realizzare innovazioni dirompenti per sempre più clienti in tutto il mondo e democratizzare la tecnologia a vantaggio dei singoli e delle organizzazioni. Per farla breve, ciò che offriamo è un'impareggiabile combinazione di innovazione, convenienza e dedizione ai risultati”, sottolineano in tal senso i due manager.

 

TORNA INDIETRO >>