Orgatec
Datacenter
 

03/08/2018

Share    

Il data center... con tutte le sue attività

Le ultime soluzioni rilasciate da Tecnosteel e il progetto infrastrutturale realizzato per CDLAN.

Un esempio di installazione di un corridoio realizzato da Tecnosteel

Tecnosteel, azienda italiana leader nel settore del networking e dei data center propone, in occasione dei 20 anni di attività, importanti novità sulla linea Bladeshelter, il prodotto di alta gamma destinato ai piccoli e grandi data center aziendali. Da sempre Tecnosteel ha puntato sulla qualità, ma anche sulla versatilità, per soddisfare ogni necessità dei propri clienti. Chi si rivolge a Tecnosteel sa che può contare su competenze tecniche e grande disponibilità a seguire il progetto: dal sopralluogo al montaggio chiavi in mano dell’intera struttura completa di condizionamento, PDU (Power Distribution Unit), condizionatori, quadro elettrico integrato, gestioni dei cavi, sistema antincendio e monitoraggio di tutti i componenti dell’impianto. Grande attenzione anche all’assistenza grazie a un team qualificato e tempestivo negli interventi.

Crescono le opzioni
Nel 2018 Tecnosteel ha aggiunto ai propri armadi t7 plus 2 opzioni molto importanti:

1. La possibilità di sdoppiare in due parti verticalmente il Rack anche dopo l’installazione e posizionare una prolunga posteriore nei rack laddove, dopo l’installazione, ci si rendesse conto di aver bisogno di più spazio in profondità. Le strutture escono dalla fabbrica già predisposte per essere semplicemente modificate in qualsiasi momento senza pregiudicare il lavoro degli installatori. Grazie all’attento lavoro dei progettisti, ordinando l’apposito kit di porte e ripiano di separazione, in pochi minuti un rack da 42 unità viene trasformato in un collocation con due vani uguali tra loro e completamente indipendenti completi di canale per il passaggio dei cavi dal basso o dalla parte superiore del rack.

2. Allo stesso modo il kit prolunga può essere ordinato in qualsiasi momento e posizionato velocemente sul rack al posto della porta posteriore di serie. Il pannello di prolunga, realizzato in acciaio verniciato, ha degli inviti per centrarsi facilmente nei fori già presenti nella parte posteriore della struttura.

Il progetto con CDLAN
La prima installazione di questo nuovo prodotto è avvenuta nel maggio scorso a Milano presso il data center Caldera21, Tier IV equivalente, della società CDLAN. Specializzati nella fornitura di soluzioni di accesso a internet in fibra ottica, data center e cloud, CDLAN è diventata un riferimento per le aziende alla ricerca di soluzioni ICT dalle massime performance. Le fasi preliminari hanno coinvolto personale tecnico e commerciale Tecnosteel a stretto contatto con il cliente, sono state definite le prime linee guida per la progettazione dell’infrastruttura a seguito della quale sono state fatte diverse modifiche e proposte diverse soluzioni. È stato un lavoro di team molto proficuo per entrambe le società in termini di risultati e di ricerca di un qualcosa che non esisteva nel mercato tradizionale degli armadi e relative chiusure corridoi.
La fase di montaggio è stata eseguita direttamente da personale Tecnosteel che, insieme al cliente, ha definito i piani di lavoro nel rispetto dei tempi. Tecnosteel infatti con la linea multibrand è in grado di intervenire anche su vecchie strutture di qualsiasi brand per realizzare corridoi con porte scorrevoli, tetti in alluminio e policarbonato, canale gestioni cavi e sistema di antincendio.

Michele NovaliCosì commenta questa recente esperienza Michele Novali, responsabile IT di CDLAN: “Ci siamo rivolti a Tecnosteel in occasione dei recenti lavori di ampliamento delle nostre sale dati e non possiamo che ritenerci soddisfatti del prodotto oltre che del servizio che ci è stato riservato. Puntualità, disponibilità e flessibilità sono le caratteristiche che descrivono più adeguatamente il loro approccio e che ci hanno permesso di predisporre la nostra infrastruttura al meglio, pronta ad accogliere i sistemi dei nostri clienti”. La seconda realizzazione prevede la fornitura di un sistema di prolungamento degli armadi: il cliente finale aveva la necessità di sostituire gli armadi con strutture più profonde al fine di installare device ‘fuori standard’, tale operazione sarebbe dovuta avvenire a caldo per non avere interruzione di servizio, motivo per il quale è stata presentata loro una soluzione che avrebbe risposto a entrambe le richieste. Le attività sono state eseguite localmente in pochi minuti, senza alcuna interruzione e con la piena soddisfazione del cliente il quale ha potuto garantire il servizio senza subire nessuna spesa se non l’acquisto della prolunga: un risparmio notevole se si considera l’acquisto di nuovi armadi, la movimentazione, lo spegnimento – migrazione – riaccensione di tutti i device installati, l’intervento di operatori specializzati per la configurazione degli stessi e verifica dei dati recuperati/persi.

Stefano MariniUn gran lavoro di team
“Questi casi di successo sono un esempio di collaborazione con i nostri partner e alleati, non si tratta di una vendita fine a se stessa, ma di una vera e propria collaborazione, spiega Stefano Marini, Sales Director Italy & Datacenter. “Incontri per definire la richiesta, stabilirne la fattibilità, progettare e proporre più soluzioni al fine di garantire un ottimo lavoro a un prezzo ragionevole, programmare le attività di consegna e installazione per assicurare continuità al cliente il quale, a sua volta, dovrà garantire le stesse condizioni al proprio di cliente. Sono molto soddisfatto del team interno, brave persone nutrite di passione e con ottime competenze, a loro dedico il racconto di questo progetto e gli apprezzamenti di tanti clienti. Approfitto per ringraziare Marino Piotti, Direttore di Produzione nonché Amministratore di Tecnosteel, e i colleghi Marco Bonomo, Ufficio Progettazione, e Alessandro Corazzesi, Responsabile Delivery e Installazione”.

Mauro Turci“Questa è la nostra missione – spiega Mauro Turci, Presidente di Tecnosteel – assecondare il nostro cliente in ogni sua esigenza e rientrare in azienda soddisfatti del proprio operato per dedicarsi a nuovi progetti sempre più innovativi”.

 

TORNA INDIETRO >>