Kyocera
OfficeLayout
 

25/11/2016

Share    

di Raffaela Citterio

Creare l'ambiente perfetto

Siemens progetta e sviluppa soluzioni integrate per gli edifici in grado di rendere gli ambienti in cui si vive e si lavora sempre più confortevoli e sicuri. L’obiettivo è migliorare produttività, efficienza energetica e qualità della vita.

Fabio Del PreteCon lo stesso spazio è possibile realizzare un capolavoro o causare un disastro. L’aforisma, attribuito all’architetto francese Jean Nouvel, non è mai stato così attuale, vista la rapidità con cui evolvono da un lato materiali e tecnologie, dall’altro modelli organizzativi e di processo. Gli spazi, però, non sono tutti uguali, non solo per tipologia d’uso e dimensioni ma anche, e soprattutto, per orari di occupazione, criteri di comfort e condizioni ambientali. “Il nostro compito - evidenzia Fabio Del Prete, Country Division Lead Building Technologies di Siemens Italia - è quello di realizzare soluzioni su misura, in grado di venire incontro alle esigenze di ogni specifica organizzazione, pubblica o privata che sia. È evidente, ad esempio, che non si possono utilizzare gli stessi criteri per un ufficio, un condominio, un hotel, un ospedale, un aeroporto… Dobbiamo sempre trovare la soluzione più adatta ad ogni circostanza e contesto, mettendo in campo risorse, soluzioni e servizi altamente qualificati che nascono da un’esperienza pluriennale maturata in ogni angolo del mondo”.

Un partner esperto e affidabile
La Divisione Building Technologies di Siemens si focalizza sui cardini attorno a cui ruota l’ottimizzazione della gestione dell’intero ciclo di vita degli edifici: efficienza energetica, sicurezza e sostenibilità. “Sono temi di grande attualità - assicura Del Prete, che vanta una lunga esperienza in ambito di sistemi antincendio, sicurezza e automazione degli edifici, al timone della Divisione dall’inizio del 2014. Naturalmente anche il settore della building automation risente degli andamenti macro economici, per cui ha avvertito, come tutti, la crisi degli ultimi anni. Ora pare che il peggio sia passato, e che il mercato si stia stabilizzando. Vediamo un rinnovato fermento sia in ambito pubblico, per realizzare nuove infrastrutture o modernizzare quelle esistenti, che privato, anche in questo caso sia per costruire nuovi insediamenti che per ristrutturare quelli datati. Del resto è il momento giusto per avviare progetti rimandati per troppo tempo, grazie alle tecnologie digitali di ultima generazione che mettono a disposizione strumenti sempre più efficaci, performanti e cost effective”. Siemens Building Technologies, presente direttamente o tramite business partner in tutti i continenti, è nella posizione ideale per affiancare le organizzazioni pubbliche e private, qualunque sia la loro dimensione e il comparto in cui operano, in un percorso evolutivo teso a rendere spazi e ambienti sempre più efficienti e confortevoli. In Italia conta circa 400 risorse, ha uffici in 8 città e viene affiancata da una rete di 70 agenzie. “La presenza capillare sul territorio nazionale di funzionari commerciali, tecnici specialisti e partner qualificati e certificati assicura in ogni momento al progettista, all’architetto, all’installatore, all’operatore di canale e al cliente finale un supporto completo e puntuale sia nella fase di consulenza sia in quelle di realizzazione e di servizio post vendita - assicura Del Prete. Non solo. Siamo attivamente impegnati a dare il nostro contributo su tutti i tavoli di lavoro, nazionali e internazionali, in cui si disegnano le linee guida tecniche e normative per la creazione degli edifici e delle città del futuro. Anche da questo punto di vista il momento è favorevole, perché cresce la consapevolezza che bisogna fare sistema e creare contesti coerenti per modernizzare veramente il Paese”. Quattro poli di ricerca e sviluppo, uno dei quali localizzato proprio nel nostro Paese, consentono alla Divisione Building Technologies, quando necessario, di effettuare personalizzazioni mirate, oltre naturalmente a progettare e sviluppare sistemi e soluzioni sempre allo stato dell’arte.

I punti di forza
Siemens è da anni tra i protagonisti indiscussi della building automation a livello mondiale. “I principali punti di forza che ci riconosce il mercato sono due: un’offerta completa e integrata, che copre tutte le esigenze di automazione di un edificio, e una gamma di servizi particolarmente ampia e articolata”, sottolinea Del Prete. Sicurezza, comfort, risparmio energetico, produttività, flessibilità, integrazione dei servizi, sostenibilità ambientale sono le caratteristiche che una struttura architettonica oggi deve soddisfare per poter essere definita ‘intelligente’, proprio quello che offre la Total Building Solutions messa in campo dalla società. “A differenza di tanti competitor abbiamo al nostro interno tutto i prodotti e il know how necessari, per cui non abbiamo la necessità di integrarci con terze parti. Questo rappresenta un innegabile vantaggio per progettisti, installatori e utenti finali, perché in ogni fase del progetto possono fare riferimento a un unico interlocutore, con un evidente vantaggio in termini di risparmio di tempo e di costi, senza contare che vengono eliminati tutti i rischi legati all’interoperabilità tra sistemi di matrice diversa. Anche per quanto riguarda i servizi abbiamo voluto andare ben oltre i servizi standard, che in genere si limitano a seguire alla lettera gli obblighi di legge, garantendo il controllo semestrale degli impianti. Abbiamo infatti deciso di dare a tutti i clienti la possibilità di connettersi alla nostra centrale operativa che tiene sotto controllo tutti i parametri di funzionamento degli impianti 24x7x365. Naturalmente è il cliente, poi, a scegliere se e come accedere al servizio, che viene comunque fornito di default”. Alcuni infatti vogliono fare tutto da sé, altri ricevere solo una notifica in caso di anomalie per poi fare intervenire il loro manutentore di fiducia, altri ancora si affidano totalmente a Siemens, che con ogni cliente stabilisce il livello di servizio più appropriato, che può essere anche di sole 2 ore.

Il ruolo delle tecnologie digitali
Le tecnologie digitali hanno naturalmente un ruolo fondamentale all’interno dei nuovi edifici intelligenti, ma l’uso del termine ‘digitale’ deve essere sostanziato dai fatti. “Per quanto ci riguarda, siamo impegnati sia sul fronte interno che esterno”, assicura Del Prete. Per quanto riguarda l’organizzazione interna, la società ha sposato da tempo il modello paperless, digitalizzando tutti i workflow interni. I vantaggi sono molteplici: avere sempre sotto controllo lo stato di avanzamento di ogni singolo progetto, stimolare il coordinamento e la collaborazione tra le diverse funzioni aziendali e, non ultimo, migliorare la qualità della vita dei collaboratori. Un nuovo modo di concepire il lavoro, insomma, attento non solo alla produttività ma anche all’interazione tra le persone e agli ambienti in cui queste operano, una filosofia alla base anche del nuovo quartier generale di Siemens Italia, in fase di realizzazione a Milano. Nei confronti del mercato, digitalizzazione, nell’accezione della Divisione Building Technologies, significa aver eliminato la necessità di cablaggi complessi a favore di semplici cavi Ethernet. “Abbiamo eliminato quel groviglio di cavi che ha sempre rappresentato una grossa complessità per i clienti, i progettisti e gli installatori, ma, quel che più conta, abbiamo fatto in modo che qualsiasi componente possa essere integrata in un sistema unificato che offre una visione globale di tutto l’ambiente. Facendo lavorare tutti i sistemi in maniera sinergica, qualunque sia la loro funzione, si ottengono infatti i risultati migliori”.

Desigo CC, un’unica piattaforma di controllo
Storicamente la building automation ha visto negli ultimi anni emergere la necessità di una interazione tra diversi sottosistemi per arrivare a una vera e propria integrazione grazie ai nuovi protocolli standard, spesso però limitati solo alla parte di supervisione. “La sfida - dice Del Prete - era quella di sviluppare una piattaforma unificata che permettesse di prelevare le informazioni direttamente dai diversi sistemi, consentendo uno scambio nativo dei dati, una normalizzazione degli stessi e una gestione univoca dei parametri rilevati. Solo così, infatti, è possibile da un lato creare le condizioni ambientali ideali e dall’altro ottenere quella razionalizzazione e ottimizzazione delle risorse alla base di qualsiasi ambiente che si possa definire intelligente”. È nata così Desigo, soluzione software che è parte integrante della Total Building Solutions. Desigo conferisce all’intera infrastruttura tecnologica di un edificio le caratteristiche e le prestazioni funzionali che garantiscono comfort, efficienza energetica, sicurezza e profittabilità. Cuore del sistema è la piattaforma di supervisione Desigo CC (control center), una piattaforma software capace di integrare tutti gli impianti presenti nell’edificio, sia Siemens che di terze parti. L’architettura di Desigo CC è stata pensata per crescere parallelamente alla crescita delle esigenze dell’impianto e si basa sull’uso di server decentralizzati su grandi dimensioni. Per quanto riguarda l’interfaccia utente, viene lasciata la massima libertà di scelta, visto che può essere gestita da postazioni dedicate oppure tramite web vuoi dall’utente finale, vuoi dagli stessi tecnici di Siemens, vuoi da un provider esterno, che può anche offrire il servizio in modalità white label. La piattaforma, estremamente scalabile sia in termini di configurazioni funzionali sia di dimensioni degli impianti, è stata progettata e sviluppata per poter gestire in modo semplice, sicuro e integrato le differenti tipologie di impianti di un edificio: da quelli di termoregolazione a quelli elettrici, di illuminazione e schermature solari, dagli impianti di protezione incendio a quelli di sicurezza e gestione esodo.

Efficienza energetica in primo piano
Tutti i parametri che concorrono all’automazione di un edificio sono importanti, ma a volte alcuni sono più importanti di altri. È quello che sta succedendo oggi per quanto riguarda l’efficienza energetica. “Oggi ci sono normative nazionali e internazionali sempre più stringenti in termini di consumi energetici per ogni tipo di edificio e di infrastruttura - ricorda Del Prete. È un tema che in Italia è stato a lungo sottovalutato, ma che ora le organizzazioni pubbliche e private devono affrontare”. La risposta di Siemens a queste complesse problematiche si chiama Navigator, una piattaforma software personalizzabile, scalabile e user friendly - perfettamente integrata con Desigo - che permette di monitorare la performance a lungo termine di un singolo edificio, un intero complesso fisico o una rete virtuale di migliaia di siti. Il sistema, basato su tecnologia cloud, permette all’utente di monitorare e analizzare il consumo di energia, l’approvvigionamento energetico e gli indicatori di sostenibilità. Con l’obiettivo di diventare per il proprio ecosistema un punto di riferimento univoco anche in tema di efficientamento energetico, lo scorso anno Siemens con la Divisione Builidng Technologies ha ricevuto la certificazione per le attività come ESCo (Energy Service Company) dall’ICIM (organismo italiano di certificazione indipendente) secondo la Norma UNI CEI 11352:2014 ‘Gestione dell’energia – Società che forniscono servizi energetici (ESCo) – Requisiti generali e lista di controllo per la verifica dei requisiti’. La certificazione offre diversi vantaggi: oltre a fornire una garanzia di qualità, assicura l’affidabilità di un’organizzazione qualificata, costantemente allineata con la normativa e con la legislazione nazionale e internazionale, e in grado di fornire prodotti, soluzioni e servizi avanzati per l’efficienza energetica degli edifici. Siemens è quindi oggi in grado di garantire ai propri clienti la qualifica di soggetto abilitato alla diagnosi energetica e alla partecipazione al meccanismo dei certificati bianchi - ovvero i Titoli di Efficienza Energetica (TEE) - secondo i requisiti previsti dalla legge. Il supporto fornito da Siemens con la Divisione Building Technologies in tema di efficientamento energetico copre dunque l’intero ciclo di vita di un progetto, dall’audit energetica per individuare i margini di miglioramento possibili a soluzioni integrate in grado di esprimere i ritorni attesi in tempi rapidi, fino ad arrivare a un supporto di tipo finanziario, in collaborazione con partner altamente affidabili.

Soddisfare le esigenze dei mercati verticali
Come si diceva all’inizio i criteri per garantire il massimo comfort variano in base al contesto. Ecco perché la società sta investendo in maniera consistente per realizzare soluzioni mirate, indirizzate a mercati verticali particolarmente dinamici. Vale la pena segnalare, ad esempio, il mondo del turismo, dove per hotel e strutture ricettive offrire ambienti confortevoli rappresenta un fattore critico di successo, così come avere sempre sotto controllo tutti i sistemi di automazione. Per questo è stata sviluppata una soluzione ad hoc - Desigo Hotel - in grado di massimizzare l’utilizzo delle strutture ricettive, garantendo nel contempo soggiorni memorabili agli ospiti. Un altro mercato estremamente dinamico è quello dei data center, le fabbriche del XXI secolo. Anche in questo caso sono state studiate soluzioni ad hoc, da un sistema completo di protezione incendio sia per la rilevazione sia per lo spegnimento a una piattaforma software DCIM, battezzata Datacenter Clarity LC, sempre integrata con Desigo, che comprende tools per la simulazione e la pianificazione, per il monitoraggio e la gestione degli asset, una piattaforma indispensabile per l’IT e il facility management. E ancora, i laboratori e le camere bianche delle industrie farmaceutiche, il mondo finanziario, e l’elenco potrebbe continuare a lungo.

Guardare sempre avanti
Siemens con la Divisione Building Technologies non è impegnata solo sul fronte dello sviluppo tecnologico. “Altrettanta attenzione viene data all’informazione e alla comunicazione, perché, per quanto la sensibilità legata ai concetti di sostenibilità, efficienza e comfort stia crescendo, c’è ancora molto da fare - afferma Del Prete. Non tutti sono consapevoli dei benefici che derivano dalla modernizzazione degli ambienti in cui si vive e lavora. Quante volte si rinuncia a fare una miglioria, anche semplice come la modifica dei punti luce, perché non si possono o non si vogliono modificare i cablaggi? Creando un’unica rete in grado di raccogliere tutte le informazioni, centralizzarle e gestirle separatamente, in base alle esigenze del momento, si semplifica e si rende molto più flessibile la gestione di qualsiasi ambiente, piccolo o grande che sia. Per contribuire a diffondere questa cultura ci impegniamo soprattutto sul fronte della formazione, perché il modo migliore di convincere anche i più scettici è spiegare in dettaglio e fare toccare con mano i vantaggi che derivano dall’introduzione di sistemi intelligenti, in grado di interagire tra loro e con chi li deve amministrare in modo semplice e immediato”.

 

TORNA INDIETRO >>