Estate 2020
Mercati Verticali
 

07/04/2020

Share    

Competenze e specializzazioni al centro della strategia di canale di Oracle

Riflettori puntati su competenze e creazione di maggiori sinergie a tutti i livelli.

“Vogliamo un canale sempre più qualificato e motivato, pronto a cogliere tutte le implicazioni della rivoluzione cloud, che sta spostando il focus su consulenza e servizi, trasformando radicalmente modelli di business consolidati”. Così Robert Scapin, alliance & channel leader di Oracle Italia e Francia in occasione dell’Oracle Partner Executive Forum 2020 svoltosi all’inizio di febbraio a Milano. “Il nostro obiettivo”, ha proseguito, “è aiutare tutta la catena del valore – ISV, system integrator, distributori – ad essere sempre all’avanguardia, affiancandoci e complementando le nostre capabilities soprattutto in tre aree: copertura commerciale (‘sell’), implementazione di soluzioni (‘implement’) e, se possibile, innovazione delle stesse (‘innovate’). I partner che lavorano con noi possono scegliere di specializzarsi o investire risorse in una o più di queste tre aree per supportare i clienti in una trasformazione digitale end-to-end. Chiediamo loro di essere ambiziosi, di dimostrare competenze in ambito cloud, di generare nuovi casi d’uso referenziabili e di saper creare con i clienti finali un rapporto continuativo che faccia crescere il business comune”.

Guardare sempre avanti
L’evento è stata l’occasione per ribadire le strategie di medio-lungo periodo della società, che fanno leva su punti di forza ormai consolidati e sulle innovazioni tecnologiche che caratterizzano le evoluzioni più recenti dell’offerta Oracle. “Oracle si sta muovendo a grande velocità”, ha dichiarato a sua volta Fabio Spoletini, country manager di Oracle Italia e Sr. VP Tech per Italia, Francia, Iberia, Russia e CIS. “Nuove soluzioni cloud che integrano tecnologie emergenti come l’intelligenza artificiale, il machine learning, la blockchain rendono ancora più distintiva la nostra proposizione in ambito applicativo, fin nel cuore dei processi di business, dall’ERP al CRM all’HR, grazie a infrastrutture cloud sempre allo stato dell’arte. Con l’Autonomous Database, inoltre, stiamo facendo fare un ulteriore salto di qualità alla gestione dei dati aziendali”. Oracle Autonomous Database, infatti, riunisce decenni di esperienza con nuove tecnologie cloud per fornire un database completamente autonomo che si auto-gestisce, auto-protegge e auto-ripara.

 
TAG: Canale

TORNA INDIETRO >>