Aruba VPS
Sicurezza - Applicazioni
 

23/10/2017

Share    

di Paolo Morati

Commvault: il dato sempre più centrale

Obiettivo allineare le imprese alle richieste del Gdpr e contestualizzare al meglio le informazioni, estraendo valore.

Vittorio Bitteleri“Ci troviamo in un momento di grande fermento relativamente alla tematica del data and information management, molto più che su quello della sicurezza”. Così Vittorio Bitteleri, nuovo country manager Italy di Commvault, introduce lo scenario in cui si muove l’azienda che ha da poco aperto un nuovo ufficio a Roma che si affianca alla sede storica di Milano per la quale è previsto in futuro anche una nuova collocazione.

“Commvault è un’azienda da tremila dipendenti, cresciuta esclusivamente in modo organico, e che si cala in un contesto in cui il tema del data management sta vivendo un ripensamento complessivo spinto anche da nuovi regolamenti quali il GDPR che obbliga le aziende a rivedere e ripensare quanto hanno fatto fino a ieri. Molte sono in ritardo, probabilmente anche per via dei budget allocati ma anche per una scarsa consapevolezza del suo impatto in termini infrastrutturali e applicativi. E noi, con le nostre soluzioni, siamo in grado di indirizzare i processi correlati permettendo di essere conformi a quanto richiesto. Inoltre consentiamo di dare vita al dato, posto sempre più al centro del business, contestualizzandolo grazie a strumenti di indicizzazione sofisticati. Insomma, non si parla solo di backup e recovery ma di una visione a 360 gradi, mantenendo tutto perfettamente integrato grazie a una soluzione unica e non frutto di acquisizioni. Coprendo ambienti on premise così come cloud e mobility”. Fronte vendor, è stata ampliata la partnership con Cisco per la disponibilità del software CommVault presso i relativi rivenditori, senza dimenticare gli accordi con NetApp, Fujitsu e Hitachi. Lato prodotti è stata invece annunciata la disponibilità di una nuova architettura hyperscale.

Vincenzo CostantinoGrandi aziende
Dal punto di vista strategico, la struttura guidata da Bitteleri sta dunque operando per focalizzarsi sul mercato enterprise, costruendo una serie di processi capaci di servire al meglio questa parte di clientela, nonché creando una struttura dedicata. Fronte canale un particolare focus sui service provider non più visti come clienti bensì come veri e propri partner, oltre che su system integrator con una sostanziale attenzione al tema del data management. “Sui service provider italiani rappresentiamo la scelta standard per disaster recovery as a service, backup as a service e la gestione del dato nel suo complesso. Se prima li vedevano come una sorta di clienti oggi con il cambiamento del go to market si conformano come dei veri e propri partner dal punto di vista tecnico economico e commerciale, diventando un canale di vendita come altri. Noi diamo la possibilità di seguire una logica pay as you grow, fare capacity planning, contenere i costi, restando tuttavia immediatamente reattivi rispetto alle esigenze del cliente”, ribadisce Vincenzo Costantino, technical services director south EMEA di Commvault.

 

TORNA INDIETRO >>