Sicurezza ICT 2019
Servizi - Applicazioni
 

13/03/2017

Share    

La Cloud Platform di SAP ha sempre più clienti

La soluzione viene scelta per avvicinare velocemente dati e processi aziendali al business. Alcuni casi di utilizzo, anche italiani.

Matteo LosiNello scenario odierno delle applicazioni, i processi e i dati ‘stanno tutti insieme’, e le fonti delle informazioni di business così come i partner con i quali un’impresa opera sul mercato possono cambiare molto rapidamente. È questo lo scenario grazie al quale, secondo SAP, sempre più imprese saranno portate all’utilizzo del cloud che avvicina dati e processi al business. Anzi questo è lo scenario nel quale già oggi si stanno muovendo diversi clienti dell’azienda, anche nel nostro Paese, così come è emerso in un incontro organizzato da SAP Italia per approfondire il tema SAP Hana Cloud Platform (HCP), ovvero il componente di ‘platform as a service’ che insieme S/4 Hana, il sistema ERP ‘digital core’ va oggi a costituire l’offerta Digital Enterprise Platform dell’azienda: “SAP Hana Cloud Platform è un ‘agile layer’ che serve a estendere, integrare e sviluppare applicazioni già esistenti fornendo a queste il valore della componente cloud”, ha spiegato Matteo Losi, innovation sales director di SAP in Italia.

Clienti in cloud
Unilever, Walmart, Danone, Swarovski, Bosch e Apple sono i clienti SAP che hanno già intrapreso concretamente questa strada: “Quello di Swarovski è un’evoluzione nella continuità, attraverso HCP sono state estese alcune funzioni ERP a due classi di soggetti, clienti e dealer, ottenendo nuove opportunità di gestione loyalty, eCommerce, misurazione del comportamento dei clienti. Mentre Bosch nella gestione della logistica ha sviluppato una app per trovare aree di parcheggio sicure per i trasportatori”.

In Italia invece i primi clienti a utilizzare l’opzione cloud sono stati Acea e Ideal Standard, mentre durante l’incontro Pirelli e Kering Eyewear hanno illustrato i loro progetti. La prima ha usato HCP per rivedere una soluzione cloud in dotazione alla Direzione Risorse Umane: “L’esigenza del progetto Smart View era di estendere SAP SuccessFactors per migliorare usability e velocità di accesso ai dati, garantendo i vantaggi tipici delle tecnologie in-memory”, ha raccontato Andrea Eula, SAP innovation architect enterprise solutions di Pirelli. Mentre per Kering Eyewear, azienda nata solo due anni fa nel gruppo Kering, holding multinazionale titolare di marchi come Gucci, Puma, Saint Laurent e altri: “La scelta del cloud è una scommessa per cambiare le regole del gioco nell’occhialeria, riportando in casa tutte le principali fasi della produzione di occhiali”, ha spiegato Daniel Bellini, global head of IT & planning di Kering Eyewear.

 

TORNA INDIETRO >>