Estate 2020
Servizi - Hardware
 

08/06/2012

Share    

Orchestrare il cloud computing in tutte le sue declinazioni

Fujitsu Technology Solutions ha costruito un’offerta che non lascia nulla al caso

 

 

 

 

Fujitsu Technology Solutions ha costruito un’offerta che non lascia nulla al caso

 

 

Giancarlo Magnaghi


Uno degli obiettivi primari della strategia di Fujitsu Technology Solutions è l’ampliamento del portfolio di prodotti, architetture e servizi per il modello ibrido di cloud computing.
L’azienda ha mosso tre anni fa i primi passi su questo tema partendo dalle infrastrutture e ha costruito un completo ecosistema che permette di utilizzare il cloud in vari modi.

 

Per prima cosa, Fujitsu ha sviluppato gli strumenti che consentono alle aziende di ristrutturare i propri data center e renderli compatibili con il cloud per garantire l’interoperabilità tra le operazioni on-premise e quelle su cloud, e ridefinire le metriche con cui vengono progettati e gestiti. Accanto all’utilizzo delle proprie strutture, i clienti possono accedere in modalità cloud ai servizi erogati da Fujitsu attraverso sei grandi data center Tier 3 a livello mondiale.

 

 

Un gioco di squadra

 


Il nodo di Neuenstadt, in Germania, eroga servizi IaaS (infrastructure as a service) attraverso un portale evoluto e permette di accedere a risorse di data center virtuali in modalità pay-per-use per il mercato europeo.

 

“Contemporaneamente, sono stati sviluppati software come Resource Orchestrator che consente di orchestrare le infrastrutture tecnologiche una volta che sono state virtualizzate e abilitare un modello organizzativo efficiente per il private cloud - spiega Denis Nalon, portfolio & business program manager di Fujitsu Technology Solutions. Infatti, mentre nel design tradizionale ogni applicazione ha una propria infrastruttura dedicata, fisica o virtuale, nelle architetture organizzate in Resource Orchestrator abbiamo un pool virtuale di risorse di calcolo, di storage e di networking, che possono essere gestite in modo tradizionale ‘a silos’ oppure governate in modo dinamico, gestendo al meglio la virtualizzazione e permettendo di allocare le risorse in modo intelligente, e permettendo soprattutto una corretta contabilizzazione rispetto all’effettivo utilizzo; anche per singolo processo”. Le infrastrutture dinamiche Fujitsu supportano i principali ambienti virtualizzati, come VMware, Microsoft e Citrix.


L’innovazione Fujitsu va oltre la virtualizzazione dello strato infrastrutturale: per esempio, la soluzione Flex Frame 4 Sap virtualizza le infrastrutture e i moduli di SAP e alloca le risorse in modo dinamico in funzione delle esigenze dei singoli moduli. Quando i moduli non sono impiegati, non consumano alcuna risorsa di calcolo. “Utilizzando Flex Frame 4 Sap, Lufthansa ha ottenuto risparmi del 60% sui costi operativi di gestione dei sistemi SAP relativi a energia elettrica, cooling, spazio, contratti di manutenzione, licenze software”.

 

 

Tappe fondamentali

 


Dall’inizio del 2010, i clienti di Fujitsu possono utilizzare risorse di calcolo e spazio storage direttamente sul cloud attraverso un modello IaaS, mentre la primavera del 2011 ha visto il lancio di un’offerta cloud appositamente pensata per le società di software che intendono vendere i loro prodotti sotto forma di servizi via Internet.

 

Fujitsu risponde a tale esigenza fornendo un’apposita piattaforma all’interno del cloud, la Global Cloud Platform, nell’ambito di un programma di revenue sharing con gli ISV che possono installare le loro applicazioni in modalità IaaS nei data center Fujitsu e fatturare ai clienti l’utilizzo delle applicazioni tramite un sistema di billing, riconoscendo il costo dell’infrastruttura come quota parte dei ricavi. Le integrazioni tra le varie applicazioni possono essere realizzate dai consulenti Fujitsu, dagli ISV o dai clienti.

 

 

Lo ‘store’ delle applicazioni

 


L’ultima tessera del mosaico è il Business Solutions Store annunciato a fine 2011, un marketplace online per la commercializzazione di applicazioni business in maniera simile a quanto gli ‘apps store’ propongono agli utenti privati, che mette a disposizione delle aziende applicazioni e processi di business basati su cloud computing. Il catalogo di soluzioni comprende anche l’offerta Fujitsu CRM Cloud Services, basata su software open source.

 

“Il nostro negozio online Business Solutions Store fornisce in particolar modo ai piccoli e medi sviluppatori di software, un canale di distribuzione che consente di accedere in modo semplice e immediato ai mercati mondiali via Internet”. A partire dal 2012, i clienti hanno la possibilità di utilizzare queste applicazioni in forma di Software as a Service attraverso il Business Solution Store.


Le aziende interessate possono costruire e utilizzare gratuitamente per un mese un data center virtuale che comprende macchine complete di sistemi operativi e middleware (data base). Per esempio, un’azienda che deve soddisfare picchi di lavoro può attivare un data center virtuale su cloud e gestire automaticamente - tramite orchestrator - le applicazioni sia locali che nel cloud. Ci sono vari schemi (template) di data center virtuale.

 

Il server viene fatturato in base ai minuti di utilizzo, lo storage in base allo spazio occupato, le licenze software in base al periodo di utilizzo (mesi). Il provisioning di un DB virtuale viene reso disponibile in circa 15 minuti. Tutto gira sulla Fujitsu Global Cloud Platform.


Infine quindi per Denis Nalon: “Fujitsu Business Solutions Store offre ai clienti molteplici vantaggi derivanti da un ecosistema in rapida crescita e dal cambio di marcia che le soluzioni business fornite in abbonamento offrono. Per gli ISV, inoltre, la collaborazione con Fujitsu fornisce un facile accesso al mercato globale in rapida espansione delle soluzioni cloud”.

 

 

Il portafoglio d’offerta

 

 

Il portafoglio dell’offerta IT Dynamic Infrastructures di Fujitsu Technology Solutions comprende sistemi client (tablet e pc), periferiche e sistemi di storage, server x86 (Primergy e PrimeQuest), server Unix di fascia alta (SPARC Enterprise), mainframe con architettura IBM 370, e arriva fino al supercomputer più potente del mondo (K-computer), che supera la barriera dei 10 petaflop Linpack di potenza elaborativa.

 

Fujitsu fornisce anche soluzioni per i data center: infrastrutture gestite (Managed Infrastructure), infrastrutture utilizzabili in cloud sotto forma di servizio (IaaS) e soluzioni applicative complete (SaaS). Completano l’offerta servizi di ingegnerizzazione e gestione dei data center e delle architetture distribuite, nonché configurazione, gestione e ottimizzazione delle applicazioni.


L’offerta storage spazia dalle tape library tradizionali alle virtual tape library della linea Eternus DX e al sistema Eternus CS che permette di consolidare i backup e le politiche di disaster recovery in ambienti eterogenei e di gestire con un unico sistema e un’unica interfaccia tutti i backup e le politiche di archiviazione di ambienti eterogenei.


Fujitsu pone particolare attenzione nella progettazione e produzione di prodotti green: dai display ai server “zerowatt” ad alta efficienza energetica.
 

 

TORNA INDIETRO >>