Mitel
Hardware
 

22/10/2013

Share    

Centralizzare gestione e controllo dell’ambiente di stampa

Dompé Farmaceutici ha previsto di ridurre i costi di stampa del 37,5% in cinque anni grazie a Samsung: dopo circa due anni dall’avvio del progetto i risparmi ottenuti sono superiori a quelli preventivati

Dompé è una delle principali aziende biofarmaceutiche in Italia, focalizzata sullo sviluppo di soluzioni terapeutiche innovative per malattie rare, spesso orfane di cure. Un obiettivo che persegue promuovendo e facendosi parte attiva di un network di eccellenze in tutte le attività della filiera farmaceutica, dalla ricerca allo sviluppo, dalla produzione alla commercializzazione.
Con sede in Italia, Dompé, che nel 2012 ha raggiunto un volume d’affari complessivo di 400 milioni di euro, ha il quartier generale a Milano; il polo industriale ha sede a L’Aquila, conta sul contributo di 230 persone, di cui 70 dedicate alla ricerca e sviluppo, e ospita un centro di produzione che opera secondo i più elevati standard qualitativi e tecnologici del settore, sviluppando farmaci che vengono commercializzati a livello internazionale.
All’interno di un ampio piano di ristrutturazione di tutta l’area dei sistemi informativi la società ha deciso di efficientare anche l’area printing scegliendo, dopo un’attenta selezione, le soluzioni di stampa Samsung: un progetto che ha portato notevoli vantaggi in termine di diminuzione dei costi, miglioramenti gestionali, riduzione degli sprechi e riduzione dell’impatto ambientale.

 

 

L’importanza di un’analisi preliminare
 

“Abbiamo affrontato il tema in modo progettuale - spiega Giuseppe Andreano, CFO di Dompé Farmaceutici - effettuando una valutazione comparativa preliminare dei costi totali (acquisto, gestione, assistenza, consumabili ecc.) tra la situazione preesistente e quella disegnata con l’utilizzo di soluzioni Samsung. L’analisi è stata condotta su un orizzonte temporale di riferimento di 5 anni, assumendo un rinnovo totale del parco stampanti nei primi 2 anni e un incremento dei costi dovuto all’inflazione pari al 2,5% all’anno. Ne è emerso che l’implementazione delle soluzioni di stampa Samsung avrebbe portato a un risparmio del costo totale dell’intero processo di stampa pari al 37,4% in cinque anni. A circa due anni di distanza dall’avvio del progetto, i risparmi ottenuti sono risultati superiori a quelli preventivati. Ottenere l’approvazione per l’avvio del progetto presso il management è stato facile, grazie al risparmio economico e al rapido ritorno dell’investimento che veniva prospettato. Abbiamo trovato in Samsung un partner con le caratteristiche ideali per seguirci in questo progetto: si è dimostrato attento alle esigenze di un’azienda di medie dimensioni come la nostra, mettendo in campo, nel contempo, tutto l’esperienza e la competenza di un grande gruppo internazionale”.

 

 

Consolidare e ottimizzare
 

Dompé ha deciso di allontanarsi da un modello orientato alla presenza diffusa di stampanti personali a favore dell’uso di dispostivi di rete collocati presso sei postazioni strategiche. Questa razionalizzazione ha consentito di sostituire 235 sistemi (scanner, fotocopiatrici, stampanti) con 46 dispositivi Samsung in grado di soddisfare le medesime esigenze di stampa, suddivisi in tre tipologie: i dispositivi multifunzione Samsung SCX-6545X e Samsung CLX-8385X per la stampa su formato A4 rispettivamente in bianco e nero a colori e il dispositivo multifunzione a colori CLX-9250 con supporto per formato A3.
Questa scelta ha consentito anche di ridurre a uno solo il numero di fornitori con cui relazionarsi per la gestione del processo di stampa, invece dei precedenti cinque: uno ciascuno per stampanti, fotocopiatrici, carta, consumabili e manutenzione. In precedenza Dompé era anche obbligato a tenere a magazzino molte tipologie di toner con la possibilità che restassero inutilizzati. La riduzione a tre del numero dei modelli e la possibilità di controllare centralmente il livello dei toner ha eliminato la necessità delle scorte: questo ha avuto un impatto positivo anche sulla gestione degli ordini che, in una realtà strutturata come Dompé, richiede diverse operazioni di back office.

 

 

Centralizzare gestione e controllo
 

Il nuovo modello di stampa implementato all’interno di Dompé si basa sull’uso di una soluzione integrata che, grazie tecnologia brevettata SafeCom, permette allo staff IT di gestire e controllare centralmente l’intero ambiente di stampa.
SafeCom è una soluzione modulare che implementa, all’interno dell’ambiente di printing, funzioni di integrazione, controllo degli accessi, tracciamento, impostazione regole (per esempio quote massime di stampa), tariffazione, cifratura, reportistica e gestione delle code di stampa.
Dompé ha previsto l’assegnazione a ogni utente di una chiave di accesso personale (un PIN composto da 4 caratteri) che lo identifica in maniera univoca. L’utente può recuperare le stampe lanciate dalla sua postazione da una qualsiasi periferica presente in azienda a seguito della sua autenticazione tramite l’inserimento del PIN sul display del front end di SafeCom per le stampanti A4 oppure direttamente sul display nel caso di periferiche multifunzioni. Questa impostazione consente di tenere traccia dei dati associati alle operazioni effettuate e di produrre report organizzati per contro di costo, utente, e dispositivo. Se l’output di stampa non viene richiesto entro 24 ore la coda di stampa viene eliminata automaticamente dal sistema, evitando sprechi e contribuendo alla sicurezza e riservatezza delle informazioni. Le funzioni fornite da SageCom includono anche l’invio automatico di mail all’ufficio logistico per il riordino dei consumabili quando viene rilevato che stanno per esaurirsi e all’help desk nel caso di messaggi d’errore.
“La soluzione di gestione che Samsung integra nei suoi dispositivi rappresenta un valore aggiunto importante - evidenzia Andreano - che automatizza numerosi processi sollevando il personale IT da compiti a basso valore aggiunto. Il nuovo ambiente di stampa, accolto favorevolmente all’interno dell’azienda grazie alla sua semplicità di utilizzo, ha consentito una reale diminuzione dei consumi, in linea con la propensione aziendale verso l’eco-sostenibilità. A fronte di un processo di internazionalizzazione che verrà avviato nel prossimo futuro questo stesso modello verrà applicato in tutti i Paesi in cui andremo ad operare, certi di avere un adeguato supporto da parte di Samsung in ogni parte del mondo”.

 

 

TORNA INDIETRO >>