SentinelOne
Sicurezza
 

17/05/2016

Share    

Boole Server presenta BooleBox on-Premises

Un software di cifratura disponibile on-premises - oltre che in cloud - che risponde alle esigenze di chi vuole mantenere il massimo controllo sui propri dati mission critical.

Valerio PastoreGarantire la sicurezza dei dati condivisi ormai non è solo una necessità: sempre più spesso è il fattore critico su cui si basa l’esistenza stessa di una organizzazione. La data loss prevention, quindi, è un tema di grande attualità, che però può essere declinato in molti modi. “Operando da anni in questo mercato ci siamo resi conto che, quando si parla di dati mission critical, le aziende vogliono avere il pieno controllo dei sistemi di sicurezza utilizzati, mantenendoli ‘in casa’, o, per dirla all’inglese, on-premises - commenta Valerio Pastore, fondatore e CEO di Boole Server. Per questo all’inizio di marzo abbiamo ridisegnato la nostra offerta e a un anno di distanza dal lancio di BooleBox Cloud, da oggi proponiamo BooleBox On-Premises. La nostra soluzione di condivisione e sincronizzazione dei dati quindi potrà essere utilizzata sia on-premises che in cloud”.

BooleBox, che può essere integrato in maniera semplice e veloce in qualunque infrastruttura IT, blinda e-mail e documenti, archiviati on line o su qualsiasi end point, utilizzando le Private Key, chiavi di cifratura private impostate personalmente dall’utente e note solo a lui. Le aziende che vogliono avere un controllo totale e centralizzato delle Private Key configurate dai singoli utenti possono poi interfacciare BooleBox On-Premises con la tecnologia HSM (hardware security module), che introduce un ulteriore livello di sicurezza a prova di intrusioni e manomissioni, in linea con i più avanzati standard di sicurezza nazionali e internazionali. Gli amministratori di BooleBox  hanno a disposizione una dashboard che fornisce una panoramica dettagliata degli utenti BooleBox e consente di gestirne le relative impostazioni, come per esempio lo spazio storage assegnato e i parametri di sicurezza applicati. Un avanzato sistema di reportistica e la rappresentazione visiva dei dati consentono poi di avere una reale controllo di tutto ciò che accade nell’area protetta di BooleBox.

“Il lancio della versione di BooleBox On-Premises è stata accolta molto positivamente, oltre che dagli utenti finali, anche da nostri business partner, che ora possono integrare in maniera ancora più semplice la nostra soluzione nelle infrastrutture IT dei propri clienti”, sottolinea Pastore.

 

TORNA INDIETRO >>