Regent 2B
Sicurezza
 

10/11/2014

Share    

Boole Server alla conquista degli USA

La società sfida i colossi a stelle e strisce del data sharing aprendo una sede a San Francisco avamposto della Silicon Valley

Dopo aver guidato lo sbarco in Italia di alcuni dei principali vendor di security americani, Paolo Ardemagni ha deciso di accettare la sfida opposta lanciando sul mercato americano Boole Server, soluzione di security al 100% Made in Italy sviluppata e commercializzata dall’omonima società di cui è amministratore delegato dallo scorso anno. "Si tratta sicuramente di una sfida  enorme - riconosce - perché andiamo a ‘giocare’ contro i grandi player della protezione documentale direttamente a casa loro, ma dalla nostra abbiamo una delle piattaforme di security più innovative presenti oggi sul mercato, che rende inaccessibile a tutti - incluso l’amministratore dei sistemi IT - il singolo file se non si possiedono le relative credenziali”.  Dopo la recente apertura delle sedi di Londra e Parigi, Boole Server inaugura quindi un nuovo ufficio a San Francisco, con l’obiettivo, tra l’altro, di stringere nuove alleanze strategiche che vadano ad affiancarsi a quelle già in atto con giganti del calibro di Microsoft, SafeNet, Accenture, Amazon Web Services, solo per citarne alcune.

 

 “Non temiamo il confronto con i colossi statunitensi del data sharing grazie al valore della nostra piattaforma”, ribadisce Ardemagni. Boole Server, infatti, utilizza un sistema di data centric protection - metodologia usata in ambiente militare - che, diversamente dal tradizionale approccio perimetrale, è in grado di proteggere da accessi e utilizzi non autorizzati qualsiasi tipo di informazione digitale ovunque essa risieda (infrastrutture fisse e/o dispositivi mobili). Il sistema, adattabile a qualsiasi tipologia di business, permette di condividere informazioni sensibili, di controllare ogni singola attività e di gestire l’accesso ai dati in tempo reale.

 

San Francisco, avamposto della Silicon Valley e fucina di tutte le grandi innovazioni del settore, è il posto giusto da cui partire per far conoscere oltreoceano una soluzione che fa onore all’eccellenza del Made in Italy in campo tecnologico, ha già ottenuto importanti successi in molti Paesi del mondo e può contare su una rete commerciale che comprende circa 50 partner in oltre 20 Paesi in Europa, Nord Africa, Medio Oriente, Asia e Sud America.
 

 

TORNA INDIETRO >>