Benessere webconference
Sicurezza
 

03/07/2014

Share    

Axis inaugura una nuova sede a Milano

In concomitanza con il trentesimo compleanno la società svedese apre una struttura con experience center

Innovating for a smarter, safer world. Questo slogan, che ne illustra la vision aziendale, era stampato sulle magliette del team Axis Communications in occasione della partner conference rivolta al Nord Italia e svoltasi ad Assago (Milano) a inizio giugno. Occasione per festeggiare i 30 anni della società svedese specializzata in soluzioni di videosorveglianza e inaugurare nel contempo la nuova sede milanese. Edvige Maury, direttore Sud Europa di Axis Communications, ha in particolare parlato di una strategia a lungo termine basata su elementi quali leadership, partnership e innovazione. Innovazione che può essere toccata con mano nella nuova struttura dove metà della superficie è dedicata a un experience center per consentire di percepire tutti gli element

i che caratterizzano l’offerta Axis. “Non intendiamo in ogni caso centralizzare qui il business, mantenendo la nostra presenza in altre città … ed essere sempre vicini alle attività sul territorio. Il mercato della sicurezza del resto evolve velocemente, ci sono opportunità in crescita, ed essere leader significa anticipare. In Italia abbiamo sempre avuto fiducia e registrato successo, anche grazie al ruolo dei partner e allo staff locale”.


Bodil Sonesson (nella foto), vice president sales di Axis, è invece partita dalla celebre frase di Albert Einstein ‘Una persona che non ha mai sbagliato non ha mai provato niente di nuovo’: “La base dell’innovazione è avere a disposizione un ambiente in cui credere, provare e fare cose nuove; seguire la cultura ingegneristica, e sbagliare per imparare”, ha spiegato Sonesson. “La nostra visione, descritta da quella frase, è così spiegabile: Smarter vuol dire fare le cose in modo diverso, e si declina nello stare vicino ai clienti e ascoltare le loro esigenze. In svedese utilizziamo un termine traducibile come active listening, ossia agire in base a quello che un altro sta dicendo. Passando al safer world, al mondo più sicuro, è chiaro che la crescita del mercato della videosorveglianza e della relativa offerta permette di rispondere più rapidamente ai problemi”.
 

Axis ha segmentato il mercato a cui si riferisce in enterprise, small e medium e vuole essere presente in tutti e tre indirizzandone le differenti necessità. “Nel 2013 abbiamo registrato vendite per 4,7 miliardi di corone pari a 524 milioni di euro. Investiamo ogni anno il 15% del fatturato in ricerca e sviluppo e in base ai dati forniti da IHS siamo i numeri uno nel settore network camera, surveillance camera e video encoder”, ha aggiunto Sonesson. Dal punto di vista dei prodotti nel 2013 è stato lanciata la telecamera a cupola fissa m3004/05-v destinata alle installazioni più piccole raccogliendo un grande successo. Altre soluzioni menzionate in occasione dell’evento sono state la telecamera di rete PTZ a cupola fissa P5414-E e la telecamera di rete per esterni Q1765-E. E poi c’è la grossa novità del controllo accessi fisico, con il prodotto A1001 lanciato prima negli Stati Uniti e che sta per sbarcare anche in Italia. “E’ un mercato più piccolo rispetto a quello della video sorveglianza, noi siamo attivi sulle unità di controllo di rete. Un mercato ancora molto tradizionale e non ancora del tutto IP sul quale c’è spazio per crescere”, ha concluso Sonesson.

 

TORNA INDIETRO >>