Regent
Sicurezza
 

21/01/2014

Share    

Attacchi più complessi e incisivi, HP svela i costi della sicurezza

Limitare rischi e danni è possibile con soluzioni di security information and event management (Siem), sistemi di sicurezza di rete e funzioni di analisi dei big data

Quanto costano alle aziende i crimini informatici? Moltissimo secondo l’indagine ‘2013 Cost of Cyber Crime Study’ condotta dal Ponemon Institute per conto di HP, ma la cosa grave è che i costi aumentano. Prendendo in considerazione un campione di aziende degli Stati Uniti, Ponemon ha riscontrato un aumento dei danni traducibili in maggiori esborsi del 78% rispetto a quattro anni fa. E ad aumentare è anche il tempo necessario per risolvere un attacco, che nel 2013 è cresciuto del 130% rispetto al 2009. I tempi di risoluzione si fanno più lunghi perché gli attacchi informatici sono sempre più complessi e sofisticati. Anche i cybercriminali infatti hanno imparato il valore della collaboration e condividono i risultati della loro intelligence.

 

Stando all’indagine, i crimini informatici più costosi sono quelli causati da attacchi denial-of-service, malicious insider e intrusioni dal web. Queste tre tipologie di attacco costituiscono, insieme, oltre il 55% dei costi del crimine informatico sostenuti annualmente da ogni azienda. La sottrazione di informazioni continua a rappresentare il costo esterno più elevato, subito seguita dall’interruzione dell’attività. Su base annua, la perdita di informazioni costituisce il 43% dei costi esterni totali, dato in diminuzione del 2% rispetto al 2012. L’interruzione di attività, o la perdita di produttività, contribuiscono ai
costi esterni per il 36%, segnando un incremento del 18% rispetto al 2012. Rilevamento e ripristino costituiscono le operazioni interne più costose e il costo del crimine informatico varia per dimensione dell’azienda. Tuttavia le organizzazioni più piccole sostengono costi
pro capite notevolmente superiori rispetto alle aziende più grandi. È possibile limitare i rischi e ridurre il costo del cybercrime con strumenti di security intelligence di tipo Siem, sistemi di intelligence di rete e funzioni di analisi dei big data. “La nostra risposta è contenuta in HP Enterprise Security Products – a›fferma Pierpaolo Alì, regional sales director HP Enterprise Security, Hewlett-Packard Italiana – che consente alle aziende di estendere le funzionalità di sicurezza e contrastare la pirateria informatica”. 

 

TORNA INDIETRO >>