Eventi 2020
Servizi - Applicazioni
 

14/06/2012

Share    

Able Tech presenta ARXivar 5.0 per la gestione elettronica dei documenti

La nuova release è resa disponibile anche in modalità cloud computing ed è accessibile dai dispositivi mobili più diffusi.

 

 

La nuova release è resa disponibile anche in modalità cloud computing

ed è accessibile dai dispositivi mobili più diffusi

 

 

Able Tech, operatore nato nel 2002, è un polo di sviluppo tecnologico specializzato nelle tematiche della gestione elettronica dei documenti, del workflow & process management e della conservazione sostitutiva.

Sviluppando ARXivar, piattaforma all-in-one veicolata al mercato attraverso 140 business part­ner, che vanta ormai oltre 900 installazioni, si è posta l’obiettivo di rendere semplice ed intuitivo l’utilizzo di queste tecnologie. “Di fatto – sottolinea Alberto Carrai, uno dei soci fondatori, che ricopre la carica di international business developer – ARXivar è un vero e proprio strumento di gestione dell’informazione, laddove con questo termine si intenda qualsiasi documento elettronico o analogico che rappresenti un valore competitivo per l’azienda”.


Il compito di ARXivar, quindi, è quello di trasformare il dato da statico a dinamico, in grado cioè di muoversi all’interno dell’azienda in modo semplice e veloce, al fine di velocizzare e semplificare tutti i processi. Una proposizione che il mercato mostra di apprezzare, visto che l’azienda continua a crescere a ritmi sostenuti: nel 2011, infatti, il fatturato ha registrato una crescita del 20% rispetto all’anno precedente, e le previsioni per il 2012 sono altrettanto positive, grazie anche al lancio, previsto ufficialmente per la fine di maggio, di ARXivar 5.0, la nuova release familiarmente ribattezzata ARXivar Anywhere.

 

 

ARXivar 5.0: i processi non si fermano mai

 


“Con la nuova release – spiega Carrai – introduciamo molte novità: innanzitutto la possibilità di accedere ad ARXivar anche in mobilità, in secondo luogo quella di rendere disponibile la soluzione come servizio, vale a dire nel cloud, e, infine, quella di poterne estendere le funzionalità grazie a semplici plug-in, o, come si dice oggi, delle singole app”.


Già presentata ai business partner attraverso un roadshow che ha toccato 7 città italiane, la nuova versione di ARXivar potrà quindi essere installata sui server dell’utente finale (on-premise) oppure veicolata al mercato in modalità as-a-service, venendo incontro a un modello di fruizione dell’IT che sta registrando un interesse sempre maggiore nel mondo enterprise e che, nel contempo, rappresenta una interessante opportunità di business per il canale.


In entrambi i casi le tipologie di client in grado di accedere all’applicazione aumentano: ai classici client desktop o web, compatibili con tutti i browser, si affiancano infatti anche client di tipo mobile, in particolare iPhone, BlackBerry e dispositivi Android. “Tutte le funzionalità di ARXivar – assicura Carrai – potranno così essere fruibili ovunque, consentendo ai processi aziendali di non fermarsi mai”.


Con il lancio di ARXivar 5.0, perfettamente compatibile con le versioni precedenti, Able Tech prevede di ampliare in maniera considerevole il proprio bacino d’utenza, sia in Italia che all’estero. Da qualche anno, infatti, è in atto un processo di internazionalizzazione, curato proprio da Carrai, che ha già portato l’azienda ad essere presente, attraverso partner locali, in Bulgaria, Cipro, Polonia, Svizzera, Turchia, Nigeria, Brasile e India, poiché l’ottimizzazione e la razionalizzazione dei processi aziendali travalica i confini geografici.


Per far toccare con mano tutti i vantaggi di ARXivar nel corso del 2012 sono in programma numerosi eventi, puntualmente segnalati sul sito della società.

 

R.C.
 

 

TORNA INDIETRO >>