Aruba
Servizi
 

10/04/2019

Share    

Aruba Enterprise, la divisione dedicata ad aziende e pubbliche amministrazioni

Ufficializzata la ‘nuova’ organizzazione della società: offrirà servizi in ambito data center, cloud e trust services per grandi realtà nazionali e internazionali.

“Un tassello fondamentale della nostra strategia di crescita che si colloca nel piano generale di investimenti che stiamo portando avanti con la costruzione di nuove infrastrutture e servizi sempre più evoluti”. Stefano Cecconi, amministratore delegato di Aruba, ha presentato così Aruba Enterprise, la nuova divisione della società dedicata ai progetti in ambito data center, cloud e trust services per aziende e PA. “Una realtà figlia di un percorso iniziato diversi anni fa e già attiva con un team di 250 persone”. Quella che si è svolta di recente al Global Cloud Data Center di Ponte San Pietro (Bergamo) è stata ‘l’investitura ufficiale’ della divisione che ha assunto la rilevanza di un brand dedicato e indipendente.

Stefano CecconiI servizi
Tra i possibili clienti realtà attive in diversi ambiti. Dal bancario alle telecomunicazioni, dalla PA ai service provider, passando per le utility e il farmaceutico, in tutti questi settori Aruba Enterprise si propone con servizi supportati da ingegneri e tecnici qualificati. Il pacchetto di soluzioni illustrato durante la presentazione in ambito cloud e data center puntano ad aumentare l’affidabilità e la compliance dei sistemi IT dei clienti. Tra le principali offerte trovano spazio la progettazione di intere infrastrutture, fisiche o in cloud, e la loro gestione, nonché servizi di disaster recovery, backup e business continuity. Le soluzioni trust services includono invece dematerializzazione e certificazione dei processi, con progetti relativi, per esempio, a identità digitale, certificati SSL, sistemi di strong authentication, firma elettronica o grafometrica e marcatura temporale. Una proposta diversificata che comprende anche conservazione digitale a norma oltre che servizi avanzati di PEC e fatturazione elettronica.

Un’azienda autonoma
“Oggi diamo avvio a un qualcosa che esiste già – ha sottolineato Cecconi – e lo facciamo per tagliare una sorta di cordone ombelicale, per eliminare tutte le aree di sovrapposizione fra il business che Aruba realizza online sui servizi di massa e quello che produce in modo più specifico per i clienti enterprise”. Un percorso che ha previsto anche un piano di assunzioni significativo che la società ha condotto nell’ultimo anno e mezzo proprio con l’obiettivo di rendere indipendente la divisione e fare in modo che l’unico suo compito fosse quello di seguire clienti con certe dinamiche di business e grado di complessità. Un compito che “non rappresenterà più una delle attività di Aruba, ma l’unica di Aruba Enterprise che a questo punto inizia a muoversi come una delle aziende del gruppo ma con una completa autonomia”, ha sottolineato l’AD. Una visione, questa, condivisa anche da Stefano Sordi, nuovo direttore commerciale di Aruba: “L’ufficializzazione della divisione Enterprise è il naturale completamento di un percorso di crescita e l’inizio di una più forte azione di posizionamento dell’azienda su una fascia di mercato importante come quella degli enti pubblici e delle medie e grandi imprese sia a livello nazionale che internazionale”. Sul palco anche Marco Labianca, procurement category manager di Decathlon Italia, che ha illustrato come Aruba Enterprise stia già supportando la società nella gestione in digitale dei processi attraverso soluzioni avanzate di trust services, e Davide Albanese, IT manager di Nexive, che ha messo in evidenza i benefici in termini di flessibilità e sicurezza della completa migrazione in cloud e del piano di disaster recovery supportati da Aruba.

 

TORNA INDIETRO >>