Regent 2B
Mercati Verticali
 

18/12/2015

Share    

Aruba apre le porte ai partner

La nascita di Aruba Business per costruire un canale che porti valore ai clienti finali. Diverse le figure coinvolte: system integrator, software house, ma anche web agency, singoli o piccoli gruppi di consulenti, sviluppatori, web master.

Gabriele SposatoUna forte presenza nel mercato del cloud si costruisce, oltre che con infrastrutture affidabili e sicure anche con una forte strategia di partnership rivolta a rivenditori e operatori IT. È da questa consapevolezza che è recentemente nata Aruba Business, società del gruppo, proprio per seguire le politiche di alleanze sul territorio con i diversi interlocutori del canale.
“Aruba Business è un aggregatore di tutti i servizi che vengono portati al mercato da tutto il gruppo attraverso una piattaforma multilivello che abilita una gestione multiutente data a disposizione in modalità ‘white label’ ai partner che scelgono di operare con noi – spiega Gabriele Sposato, direttore marketing di Aruba Business. I clienti finali quindi avranno come punto di riferimento quei rivenditori e quegli operatori IT del territorio che magari già conoscono, e i nostri partner sanno di poter contare su Aruba come su un alleato che fornisce un ampio supporto al loro business, senza rischi di disintermediazione”.
Nello scenario del cloud il partner ideale per un operatore come Aruba è rappresentato da tutti quei soggetti che utilizzano la nuova modalità di erogazione delle risorse IT non solo per attività di semplice rivendita, ma come componente per lo sviluppo di una soluzione a valore aggiunto da erogare al cliente finale. “Il rapporto quindi si trasforma in una vera partnership per il business nella quale mettiamo a disposizione degli operatori che vorranno lavorare con noi su servizi di alto profilo, come la consulenza sistemistica dedicata nella progettazione dell’infrastruttura nell’ottica, per esempio, del supporto delle funzionalità di un ERP distribuite presso i punti vendita del cliente del nostro partner”.

Per venire incontro a ogni esigenza Aruba mette a disposizione una serie molto flessibile di opzioni: cloud privato, cloud pubblico, ma anche l’acquisto di sistemi on premise che poi possono essere messi in co-location presso un data center della società, l’estensione della architettura in house con diverse possibilità e altro. Il tutto con una gestione che può essere sia multi-tenant che single-tenant.

System integrator, software house, ma anche web agency, singoli o piccoli gruppi di consulenti, sviluppatori, web master, queste le figure che Aruba vuole ingaggiare con questa iniziativa rivolta al canale. L’azienda a questi soggetti offre un pannello di gestione disegnato completamente sulle loro esigenze, così come un’infrastruttura hosting ex-novo studiata ad hoc per questi operatori dove tutte le risorse sono disponibili ‘senza limiti’ e i livelli di erogazione sono garantiti. A tutti i partner è assicurato un servizio di assistenza 24 ore su 24, mentre a seconda dei profili con il quale si sceglierà di operare la scontistica varia dal 20% al 50%.

 
TAG: Canale

TORNA INDIETRO >>