Estate 2020
Datacenter
 

19/09/2012

Share    

Lo switch di Allied Telesis per migrare verso gli ambienti cloud

Con il modello SwitchBlade x8112, la società mette in campo un dispositivo con 60 porte a 10 Gbps e un backplane da 1,92 Tbps

 

 

 

 

 

Con il modello SwitchBlade x8112, la società mette in campo un dispositivo con 60 porte a 10 Gbps e un backplane da 1,92 Tbps

 

 

La migrazione verso un modello di ICT basato sul cloud computing è un argomento all’ordine del giorno nelle agende di più di un responsabile ICT e rappresenta una grande sfida. Flessibilità, prestazioni, sicurezza, costi e data center sono le preoccupazioni più importanti e frequenti nella fase di valutazione della fattibilità di un approccio cloud e di definizione del percorso di migrazione dei propri sistemi informativi verso i modelli private, hybrid o public.


E la rete? Tutti gli esperti di ICT sanno che un’infrastruttura di comunicazione appropriata è fondamentale per il successo di una migrazione che potrebbe comportare delle criticità. E questo indipendentemente dal modello di fruizione delle risorse informatiche scelto.


Avvalersi di una rete di bassa qualità può rendere complicato, se non impossibile, il cambiamento. Mentre una rete ben progettata, che utilizza le giuste tecnologie e architetture, può essere il fattore di successo reale, in quanto aiuta a mitigare e a superare le limitazioni di applicazioni e server.

 

 

Le caratteristiche di base

 

Da questa consapevolezza è partito Jun Kohara, vice president product marketing di Allied Telesis per presentare il nuovo SwitchBlade x8112 che rappresenta l’ultima evoluzione di una storia nel mondo del networking iniziata ben 25 anni fa: “Dalla sua fondazione, Allied Telesis ha fornito ai clienti soluzioni di rete in grado di superare i problemi quotidiani in modo semplice ed efficace. Fin dal primo transceiver multiporta del 1989, per arrivare alle più attuali famiglie di soluzioni modulari Gigabit L3, x-Series e SwitchBlade – entrambe dotate del sistema operativo di ultima generazione AlliedWare Plus - Allied Telesis ha sempre gestito la complessità all’interno delle proprie soluzioni. Ha così permesso ai propri clienti di trarre vantaggio delle infrastrutture di rete consolidate, che sono facili da progettare, implementare e manutenere”.


Lo SwitchBlade x8112 dispone di una capacità iniziale di 60 porte a 10 Gbps, racchiuse in un compatto chassis di 7 unità rack e con una banda di backplane di 1,92 Tbps: “Lo SwitchBlade x8112 di Allied Telesis è lo chassis layer 3 con la più alta densità sul mercato, oltre a essere il più compatto”, dichiara sicuro Kohara.


La nuova piattaforma può essere ‘combinata’ in un’architettura di rete della gamma SwitchBlade x908 consentendo in questo modo la creazione di un singolo ‘virtual core’; il tutto a prescindere dalla posizione e dalle connessioni fisiche delle macchine: “Questo rappresenta un ulteriore importante passo nella ‘Via di Allied Telesis verso la Nuvola’ e fa sì che ogni impresa – sia essa di piccole, medie o grandi dimensioni - possa migrare facilmente ed efficacemente a un modello di ICT in cloud”, afferma Kohara.


Questa importante novità fa seguito all’annuncio di qualche mese fa della soluzione Network Consolidation di Allied Telesis che consente la migrazione ‘logica’ da un’infrastruttura tradizionale a un modello cloud.

 

R.V.

 
TAG: Networking

TORNA INDIETRO >>