Kyocera
Applicazioni
 

10/01/2013

Share    

Comunicazione e collaborazione unificata: l’impegno di Aastra

Una gamma ampia e diversificata di soluzioni utilizzabili da dispositivi fissi o mobili

 

Unified Communication & Collaboration (UCC) è un termine che racchiude diversi significati e, di conseguenza, tecnologie diversificate nate per rispondere a bisogni diversi. Per implementare soluzioni UCC in grado di garantire i benefici attesi è opportuno che le aziende, a prescindere da dimensione e mercato di riferimento, si affidino a fornitori competenti, finanziariamente solidi e specializzati in questo ambito.
 

È il caso di Aastra, società canadese fondata nel 1982 e quotata alla Borsa di Toronto che fino al 1990 ha operato nel settore degli apparati tecnologici di telecomunicazione per usi militari.
 

Nel 1992 la società ha avviato un piano di riconversione industriale che l’ha portata, anche grazie all’acquisizione di realtà di primo piano operanti nel settore Tlc (Ascom, Eads Telecom a cui faceva capo Matra Comunication, DeTeWe, la divisione Enterprise Communications Business di Ericsson e, ultima in ordine di tempo, Comdasys, una delle principali aziende specializzate nell’offerta di soluzioni di convergenza mobile-fisso che permette ai dispositivi mobili di diventare estensioni PBX full-optional), a rivestire un ruolo di primo piano nello scenario internazionale degli apparati e soluzioni per telecomunicazioni private.
 

Oggi Aastra opera a livello globale con oltre 50 milioni di linee installate nel mondo e con una presenza diretta o indiretta in oltre 100 Paesi. Forte di un solidità finanziaria che negli ultimi dieci anni ha sempre visto crescere fatturato e utili trimestre su trimestre, la società investe ogni anno il 10% del proprio fatturato in ricerca e sviluppo, al fine di rendere disponibili soluzioni sempre allo stato dell’arte.

 

 

Puntare sulla specializzazione
 

 

Aastra si dedica quindi esclusivamente alla comunicazione di impresa. Per questo è in grado di offrire uno dei portafogli più completi di sistemi di comunicazione integrati, progettati su misura per soddisfare le esigenze dei clienti, che spaziano dai centralini multifunzione per piccole e medie imprese a sistemi più complessi per le grandi imprese, dalle soluzioni integrate di mobilità alle soluzioni di UCC anche in ambito di virtualizzazione e cloud, con la possibilità di accedere alle applicazioni sia da terminali tradizionali che dai device mobili quali smartphone e tablet.
 

Focalizzandosi sugli standard aperti, Aastra consente alle imprese di comunicare e collaborare con maggiore efficienza e minori costi grazie all’ottimizzazione della propria offerta ma anche all’interoperabilità delle proprie soluzioni con tecnologie di terze parti.
 

In particolare, la società vanta partnership strategiche con HP Networking, che integra soluzioni Aastra sui propri switch in un’ottica di convergenza voce-dati, Microsfot, che ha scelto Aastra per la realizzazione dei propri terminali per la piattaforma di comunicazione Microsoft Lync, VMware, per un approccio trasparente al mondo della virtualizzazione e, quindi, del cloud, e BroadSoft, società che sviluppa PBX software che permettono ai service provider di linea fissa, mobile e via cavo di fornire servizi multimediali e voce attraverso reti IP.

 

 

BluStar, un innovativo ecosistema di comunicazione multimediale
 

 

Lo sbarco di Aastra in Europa, e, contestualmente, in Italia, risale al 2003. Oggi la società nel nostro Paese opera con uffici tecnici e commerciali a Milano, Roma e Napoli e vanta una presenza significativa in molteplici segmenti di mercato, inclusa la pubblica amministrazione, dove ha un market share superiore al 60%.
 

“La nostra storia e i costanti investimenti in ricerca e sviluppo ci mettono nelle condizioni migliori per venire incontro alle esigenze sempre nuove che esprime il mercato, a cominciare dal fenomeno del Byod (bring your own device) – assicura Fabio Pettinari, direttore marketing & business development in Aastra Italia. Il Byod è sicuramente un elemento facilitatore per la diffusione di soluzioni UCC. L’accesso semplice ed in mobilità ai servizi di comunicazione e collaborazione audio e video attraverso i personal device e con interfacce user friendly è una realtà che nessuna organizzazione, pubblica o privata, può più ignorare”.
 

La risposta di Aastra a questa esigenza si chiama BluStar, un innovativo ecosistema di comunicazione multimediale che cambia il confine della video collaborazione.
 

“BluStar - spiega Pettinari - è una soluzione multimediale che consente una comunicazione unificata e una collaborazione con la video comunicazione in alta definizione attraverso dispositivi di ogni genere, dai terminali SIP con display touch screen alle soluzioni client per pc, fino ad arrivare alle più diffuse piattaforme di mobilità quali iPad e iPhone. All’inizio di dicembre, quando inaugureremo la nostra nuova sede di Milano, renderemo disponibile BluStar a tutti i dipendenti e alla nostra rete commerciale, per testimoniare in prima persona la validità di questa nostra nuova soluzione che ci rilancia autorevolmente nel mercato della video comunicazione”.

 

 

Cloud in primo piano
 

 

Oltre al Byod, un’altra tematica di grande attualità è sicuramente il cloud.
 

Anche in questo caso Aastra, con le sue soluzioni Aastra MX-ONE e Aastra 5000, è in grado di dare risposte efficaci, flessibili e performanti.
 

Il server di comunicazione multimediale Aastra MX-ONE costituisce la base per una completa integrazione fra mobilità, multimedialità e applicazioni UCC. Integrando voce, video e dati con il concetto di mobilità, l’MX-ONE accompagna le aziende verso una nuova dimensione di comunicazione.
 

La soluzione supporta i più comuni standard di comunicazione quali il SIP, il Csta V3, l’Xml, nonché servizi web che consentono l’integrazione con le applicazioni di back office. Attraverso l’integrazione ‘Direct Sip’ è possibile l’interoperabilità con Microsoft Office Communiactor/Lync e IBM Lotus Sametime grazie all’utilizzo di un plug-in.
 

Con la sua architettura totalmente distribuita, la soluzione MX-ONE può essere implementata in modo centralizzato o distribuito, con l’utilizzo di un singolo sistema o più sistemi geograficamente distribuiti per una scalabilità comprea tra i 300 e i 500.000 utenti: non importa il numero degli utenti, MX-ONE funziona sempre come un singolo sistema logico.
 

Per entrare nel mondo del Full IP, la soluzione ideale è rappresentata dall’Aastra 5000, disponibile in due modalità: in versione software per server standard e su piattaforma hardware integrata nella gamma di gateway Aastra X Series.

 

Questi gateway consentono di mantenere gli apparati tradizionali (terminali o linee pubbliche) grazie a una struttura estremamente modulare.

 

 

Dalla parte delle PMI
 

 

Il paradigma dell’UCC, affermatosi inizialmente all’interno del mondo enterprise, sta conquistando anche il mondo della piccola e media impresa, perché una interazione efficace, stabile e veloce con i propri stakeholder è fondamentale a tutti i livelli.
 

La risposta di Aastra, in questo caso, è la serie Aastra 400, in cui sono confluite l’esperienza pluridecennale dell’azienda nel campo della comunicazione professionale e la sua capacità di interpretare correttamente, e spesso anticipare, i nuovi trend tecnologici.
 

Oltre alla telefonia classica, Aastra 400, che ha una capacità fino a 400 utenti, supporta tutte le più innovative forme di comunicazione interattiva (voce, e-mail, video, chat ecc.) al fine di offrire su un’unica interfaccia utente una vasta gamma di servizi innovativi.
 

Aastra 400 è un sistema basato su IP che, per la trasmissione vocale, può utilizzare la Lan aziendale. Questa soluzione rappresenta il bridge ideale per un passaggio graduale da un’infrastruttura tradizionale ad una basata su IP: anche le unità terminali analogiche come telefoni e fax possono continuare a essere utilizzati con il cablaggio telefonico esistente.
 

Sia in caso di utilizzo di una linea urbana analogica e digitale (Isdn) sia delle tecnologie più recenti dei provider SIP le possibilità di collegamento alle reti telefoniche pubbliche sono molteplici, senza contare la possibilità di sfruttare funzionalità innovative quali la videocomunicazione.
 

La serie Aastra 400, in pratica, è una soluzione all-in-one di UCC che può essere integrata in qualsiasi sistema esistente: i singoli moduli software possono essere combinati in modo modulare per ottenere soluzioni personalizzate che offrano, oltre alle classiche funzioni di telefonia, anche servizi innovativi di UCC quali voice mail box, chat e molto altro.
 

Un’offerta estremamente ampia e diversificata, quindi, che consente ai lavoratori della nuova era digitale di collaborare in ogni momento ovunque si trovino, grazie a soluzioni affidabili, performanti, e semplici da utilizzare, che nel corso del 2013 potranno essere toccate con mano grazie a un road show che toccherà numerose città d’Italia.

 

 

Aastra Academy, il valore della formazione
 

 

Il canale distributivo riveste per Aastra un’importanza crescente, soprattutto per veicolare correttamente al mercato le soluzioni indirizzate alla piccola e media impresa che, storicamente, si affida a fornitori di fiducia, ben radicati sul territorio, per l’implementazione e la gestione di sistemi ICT efficaci e performanti.
 

Per questo la società nel 2012 ha avviato un nuovo Partner Program, che proseguirà anche nei prossimi mesi e che si pone l’obiettivo di qualificare e motivare sempre meglio i business partner che l’affiancano sia in ambito impiantistico di installazione che di assistenza e manutenzione di apparati di comunicazione.
 

Nell’ambito di questa strategia, la formazione riveste un ruolo di primo piano, ed è per questo che Aastra, con la propria ‘Aastra Academy’ organizza programmi formativi specifici, con sviluppo di contenuti ad hoc, atti a soddisfare le esigenze di aggiornamento di chi opera in prima linea, fornendo così un valido supporto alla crescita professionale degli addetti ai lavori.
 

Aastra Accademy dispone di una sala corsi perfettamente attrezzata, per sperimentare in diretta e diventare esperti in tutte le possibili funzionalità che ruotano attorno alla vasta gamma di prodotti Aastra. La training room, che nella nuova sede di Milano sarà ancora più ampia e accogliente, è stata studiata per permettere ai partecipanti di mettere in pratica fin da subito le nozioni acquisite in maniera teorica durante il corso.

 

È così possibile sperimentare in modo diretto e immediato i prodotti e i servizi Aastra, senza per questo dover disporre di una struttura propria in grado di replicare un servizio per soddisfare le richieste sempre nuove e diverse che arrivano dai clienti.
 

Con un team di trainer altamente qualificato e la pianificazione costante dei corsi, ‘Aastra Academy’ fornisce al canale tutte le informazioni atte a veicolare correttamente al mercato le proprie soluzioni, fornendo una certificazione che ne attesta l’impegno e la competenza, un fattore distintivo indispensabile per emergere in un settore sempre molto competitivo.

 

TORNA INDIETRO >>