SentinelOne
Hardware
 

01/12/2016

Share    

Multimedialità e interattività al Teatro Comunale di Vicenza

Un progetto all'insegna dell'innovazione con al centro l'adozione della soluzione di videoproiezione Ricoh PJ KU12000.

Multimedialità e interattività sono le due tematiche che hanno guidato l’adozione da parte del Teatro Comunale di Vicenza del proiettore fascia alta, per ambienti di proiezione medio-grandi, Ricoh PJ KU12000 calato quindi in un contesto dove palco e platea rappresentano sempre più un unicum grazie a schermi luminosi, luci e potenti proiettori che immergono totalmente il pubblico nello spettacolo.

Presso la struttura progettata da Gino Valle, che ospita stagioni artistiche di prosa, lirica, musica e balletto, è stato quindi scelto di adottare una soluzione considerata ideale per le due sale del Teatro (la Sala Maggiore con 910 posti a sedere e la Sala del Ridotto con 380 posti), ma che nel contempo viene utilizzata anche in altri importanti edifici vicentini, come ad esempio la Basilica Palladiana.

“Ricoh PJ KU12000 – commenta Ezio Zonta, Responsabile Tecnico e Sicurezza del Teatro – viene ad esempio utilizzato per mostrare filmati durante gli spettacoli, per proiettare in dettaglio le mani del pianista che sta suonando sul palco o ancora per far scorrere i tweet dei partecipanti agli eventi organizzati negli spazi del teatro. Ormai non possiamo più fare a meno di questo strumento che ci consente di innovare il modo di fare teatro”.

Queste alcune delle caratteristiche di Ricoh PJ KU12000: risoluzione WUXGA (1.920 × 1.200 pixel), doppia lampada per una elevata luminosità di 12.000 lumen, tecnologia DLP, connessione HDBaseT con un solo cavo (fino a 100 metri di lunghezza) per alimentazione, video, audio e funzioni di controllo, proiezione a 360°.

 

TORNA INDIETRO >>