Aruba VPS
Mercati Verticali
 

22/12/2017

Share    

2018: cosa aspettarsi per l’ICT in Italia?

Per l'Information Technology in Italia le stime parlano di un +1,9% del mercato, mentre in generale il 48% della spesa ICT sarà veicolato dalle grandi imprese. Manifatturiero e Finance i due comparti che investiranno di più.

Grafici - © yurolaitsalbert – Fotolia.com

Come andrà il mercato ICT italiano il prossimo anno? Se guardiamo le stime contenute nel recente Assintel report si parla per la sola IT di una crescita del +1,9% contro il +3,1% di quest’anno. La ricerca focalizzata in generale sul mercato ICT (un valore di 30 miliardi di euro) e Digitale in Italia, realizzato da Assintel, Associazione Nazionale delle Imprese ICT e Digitali, con CFMT insieme alla società di ricerca indipendente IDC Italia, sottolinea inoltre, come il 48% della spesa ICT prevista sarà veicolato dalle grandi imprese.

In tal senso è stato sottolineato come questo dato rispecchi sostanzialmente il fatto che l’operazione di sensibilizzazione digitale vada fatta soprattutto sulle imprese di micro e piccole dimensioni. Per quanto riguarda i comparti che investono maggiormente, emerge come quasi un quarto degli investimenti – ossia 7 miliardi di euro - sarà realizzato dal settore Manifatturiero, spinto anche dall’ottica Industry 4.0. Al secondo posto il settore Finance, con 6,2 miliardi.

Buone prospettive
L’indagine, condotta su oltre 1000 aziende utenti, ha inoltre cercato di indagare il grado di fiducia che le imprese hanno nei confronti del 2018. In tal senso oltre il 40% di quelle di medie dimensioni e oltre il 60% di quelle grandi prevedono una crescita del fatturato. Con i comparti più ottimisti che sono Turismo, Commercio al Dettaglio, e Banche. Parallelamente si nota che il il 49% delle grandi imprese prevede di espandere gli investimenti ICT (per il 15% di esse con un tasso oltre il 5% annuo), mentre il 20% delle micro imprese registra quella che viene definita una vera e propria caduta libera. Per quanto riguarda l’area di maggior investimento, a guidare sarà quella delle Piattaforme di Analytics (11,3% dei rispondenti). Un problema culturale permane però sul tema Trasformazione Digitale: il 45% delle imprese italiana è ancora legata all’efficienza e razionalizzazione delle risorse IT. Quest’ultima, viene sottolineato, nella gestione ordinaria drena energie e risorse da dedicare invece ai nuovi paradigmi.

Mercato ICT

Nuovi equilibri

“Stiamo assistendo alla rapida ascesa di nuovi paradigmi che ridisegnano strategie, valori e assetti competitivi. Le aziende italiane sono consapevoli del salto esponenziale, ma sarà indispensabile un’incessante ricerca di nuovi equilibri, tra continuità e disruption. Insieme ad attori e partner dell’innovazione, in nuovi ambienti, con la riconversione di tecnologie, servizi e competenze”, sottolinea Fabio Rizzotto, head of local research & consulting di IDC Italia. “Siamo in un Paese a più velocità in cui ancora ampie sacche di aziende, inclusi alcuni operatori ICT, restano in una zona comfort pericolosa ai margini della trasformazione”, commenta dal canto suo Giorgio Rapari, Presidente Assintel.

L’andamento di quest’anno
I dati partono da una fotografia che nel 2017 ha visto uno spostamento della spesa aziendale verso i progetti di Digital Transformation che ha allargato la forbice tra “nuova” e “vecchia” ICT. In particolare viene spiegato come l’effetto espansivo delle tecnologie della Terza Piattaforma e degli Acceleratori dell’Innovazione abbia compensato la contrazione dei prodotti e servizi ICT tradizionali o non riconducibili ai nuovi driver di business. Ecco che i primi in Italia crescono complessivamente del +16,4%, per un totale di oltre 14 miliardi di euro. Andando ancora più nel dettaglio dei singoli segmenti, l'Assintel report parla di IoT +16,4%, Cognitive +20,5%, Cloud +27,8%, Big Data & Analytics +20,9%, Realtà Aumentata e Virtuale + 335,6%, Wearable +155,7%. Se invece si guardano le prestazioni del mercato ICT italiano in termini di macro-segmenti, l’Hardware registra un +6,2%, il Software +3%, i Servizi IT +1,5% e i Servizi di Telecomunicazione -1,6%.

Mercato ICT

 
TAG: Mercato

TORNA INDIETRO >>