Estate 2019

Software-Defined IT, Iperconvergenza e Cloud

Milano - 05 Ottobre 2016

 

>> Elenco eventi 2016

Sponsor

Aditinet+ Rubrik BCLOUD +Cloudian Brocade FUJITSU + VMWARE ITway + check point Lenovo + Intel Purple Ocean + Viptela SIMPLIVITY Westcon + Extreme Networks

Expo

Critical Case
 

08.30 Registrazione dei partecipanti 

09.00 Software-Defined IT, Iperconvergenza e Cloud: siamo pronti? 
Dal 2011 al 2016: un viaggio nel tempo in compagnia del Software-Defined IT. Siamo pronti?
Primo Bonacina, PBS - Primo Bonacina Services

09.35 Welcome to the Digital Era: architetture iper-convergenti e software-defined per un Datacenter agile, scalabile e sicuro
Tutti oggi concordiamo che il principale obiettivo dell’IT debba essere quello di rispondere ad un business sempre più veloce e "Digital based". L’IT deve quindi rinnovarsi attraverso una nuova flessibilità operativa sia nell'organizzazione come nelle infrastrutture. Questo rinnovamento non può passare da un costoso e rischioso approccio fai-da-te: il cloud e l'impiego di nuovi sistemi pre-integrati e pre-testati nelle componenti hardware e software sono oggi elementi centrali per dare all'IT la flessibilità necessaria alla nuova competizione nell'Era Digital. La nuova frontiera dei Sistemi Iperconvergenti, infatti, indirizza al superamento delle vincolanti e poco flessibili infrastrutture tradizionali, migliorando la governance ma, soprattutto, consentendo di esporre i servizi IT da una prospettiva business. Ma quali le principali caratteristiche e i vantaggi di questi sistemi? Quali i percorsi di sviluppo e gli use cases di successo? L’intervento mira a rispondere a queste e altre domande sul tema.
Gianpietro Pevarella, VMware e Danilo Salladini, Fujitsu

10.00 Security 360: proteggere le nuove infrastrutture IT
Nuove metodologie e soluzioni per:
• prevenire gli attacchi prima che si manifestino
• prevenire la ‘kill chain’
• bloccare gli attacchi su tutte le piattaforme: cloud, mobile, IOT, server, virtualizzazione
David Gubiani, Check Point Software Technologies

10.25 Iperconvergenza: il futuro del datacenter in una “scatola”
Le infrastrutture iperconvergenti stanno diventando la piattaforma di riferimento per gli ambienti virtualizzati: semplificano le infrastrutture IT, velocizzano la crescita e riducono drasticamente il TCO se paragonate alle infrastrutture legacy. Durante questa sessione approfondiremo le infrastrutture iperconvergenti: come riescono a semplificare l’operatività e ad abbatterne i costi e perché è bene approfondire queste tecnologie in anticipo in vista del prossimo investimento hardware o dello sviluppo di una nuova applicazione.
Roberto Massoli, SimpliVity

10.50 L’Object Storage è uno dei componenti più critici del Software Defined IT e del Software Defined Storage: tutto quello che dobbiamo sapere per prendere le migliori decisioni per il futuro
Ogni azienda ha ormai bisogno di interfacciarsi con l’Object Storage, la tecnologia che si prende cura di quell’ enorme quantità di storage che tutti creiamo ogni giorno. Recenti versioni dell’OS mirano a ridurre complessità e costi, utilizzando il carrozzone Software Defined IT. Cerchiamo di capire vantaggi e svantaggi dell’OS, come si integra nel datacenter, nel cloud ibrido e come possiamo massimizzare il ROI.
Giorgio Propersi, Cloudian

11.15 Coffee break e visita all’area espositiva

12.00 Il backup al passo con i tempi
Backup, ripristino istantaneo, replica dei dati ed archiviazione in un unico oggetto dinamico ed infinitamente scalabile. Grazie ad una soluzione di Data Management convergente è possibile oggi evolvere il concetto di backup, disponendo di una soluzione di archiviazione iperconvergente in grado di scalare fino a migliaia di nodi. La sua integrazione con il mondo cloud permette di automatizzare la conservazione dei dati a lungo termine senza modificare e/o cambiare approccio dalla stessa unica dashboard. Il suo sistema di distribuzione ed archiviazione dei metadati (ed il suo global indexer) rende la ricerca dei singoli oggetti di backup semplice ed immediata.
Matteo Indennimeo, Aditinet

12.25 Cosa è realmente il Software Defined Networking e perchè è oggi la scelta migliore per l'evoluzione delle reti aziendali?
Negli ultimi anni l'SDN è stato presentato al mercato come una rivoluzione nel mondo del networking in grado di cambiare il modo in cui le reti vengono vendute, utilizzate e gestite: il Software Defined Networking è un nuovo e rivoluzionario modo di interpretare lo spazio del network. Tipicamente gli approcci rivoluzionari implicano implementazioni Greenfield laddove non c'è possibilità di intervenire sugli investimenti infrastrutturali esistenti. Il Software Defined Networking può essere definito evolutivo e può essere allo stesso tempo il motore che guida l'innovazione dei clienti?
Emanuel Monticelli, Extreme Networks

12.50 L'automazione delle reti nella New IP: un fattore che incrementa la "business agility " per aziende e Cloud Service Provider 
Nella continua trasformazione verso la digitalizzazione,  le aziende non possono evitare di dotarsi di un rete underlay fisica affidabile, performante e  automatizzata per sostenere le performance del proprio business. La mancanza di un network automatizzato e della sua integrazione con le altre funzionalità legate alle operation sono infatti il principale elemento di freno all'adozione della digitalizzazione.
L'architettura del New  IP trasforma il network in una infrastruttura per l'innovazione, per lo sviluppo, la distribuzione e la sicurezza delle nuove applicazioni, partendo da una graduale introduzione di elevati livelli di automazione nei processi aziendali.
Fabio Andreini, Brocade

13.15 Buffet Lunch e visita all’area espositiva

14.30 SD-WAN: scalabilità, efficenza, controllo “end to end"
Lo sviluppo del cloud computing ha cambiato il modo in cui le applicazioni vengono implementate ed erogate. Sempre più sono rilasciate nelle infrastrutture cloud, sia private che pubbliche, nella logica dell’hybrid e la disponibilità di internet service provider e connessioni mobili aumentano le opzioni per accedere a quei servizi applicativi. Al fine di garantire un accesso efficiente e abilitare un’agile “web scaling”, l'instradamento del traffico attraverso la rete WAN deve diventare più flessibile, sfruttando tutte le opzioni di rete disponibili. SD-WAN offre ai clienti la possibilità di ruotare dinamicamente il traffico delle applicazioni usando tutti i link di rete a disposizione, sulla base della: qualità del trasporto (latenza, jitter, perdita di pacchetti), utilizzo (banda) e dei costi (link).
Questo garantisce l’ottimale “Quality of Experience”, riducendo nel contempo sia il “total cost of ownership” sia la dipendenza dai tradizionali fornitori di rete e il risultato è un governo completo “end to end” dei servizi.
Giuseppe Gagliano, Purple Ocean e Mike Betz, Viptela

15.00 L’evoluzione dell’infrastruttura: le soluzioni Enterprise in ambito Hyperconverged Infrastructure e Software-Defined Storage
Oggi servono soluzioni capaci di offrire livelli di prestazioni, agilità e resilienza richiesti dalle applicazioni mission-critical, offrendo contemporaneamente all'azienda il vantaggio di essere vincente in un ambiente estremamente competitivo. Considerando che le infrastrutture IT sono sempre più complesse e complicate da gestire, occorrono nuove soluzioni iperconvergenti e software-defined, ideali per tutte le applicazioni virtuali, e che consentono di semplificare le infrastrutture, ridurre i costi di implementazione e gestione, e migliorare l’affidabilità delle piattaforme server.
Alessandro de Bartolo, Lenovo Italia

15.25 I Contratti del Cloud: elementi di valutazione
La ‘privacy’ e il controllo della qualità del servizio, il ‘possesso del bene’ e la ‘giusta innovazione tecnologica’: quali sono gli elementi da tenere in particolare evidenza nel momento della sottoscrizione di un servizio cloud? Quali le normative oggi vigenti e quali le ‘zone d’ombra’.
Marco Ciurcina, StudioLegale.it

15.55 Coffee break e visita all’area espositiva

16.10 Tavola Rotonda: come sta cambiando il mercato dell’IT alla luce delle nuove tecnologie
 
• Paolo Marsella, Aditinet
• Roberto Castelli, BCLOUD
• Danilo Salladini, Fujitsu
Silvio Calcina, Itway VAD
• Massimo Leonarda, Purple Ocean
• Nereo Borriero, Servintek
• Gianpietro Pevarella, VMware
• Maurizio Lavagna, Westcon

16.40 Estrazione dei premi e chiusura dei lavori